25
Sat, Jun

 

BORGO LARES. Un’intera comunità piange Laura Marchiori strappata agli affetti più cari del marito Paolo Marchetti e della piccola figlia Alessandra. La terrificante notizia della scomparsa improvvisa della giovane Laura ha lasciato tutti impressionati. Capannelli di persone dal supermercato alla farmacia, e in molti negozi in ogni angolo della “Busa” di Tione commentavano la triste e allo stesso tempo drammatica notizia della sua morte.

Tante persone – incredule - con il ‘groppo’ alla gola la ricordano come una giovanissima mamma – Alessandra ha solo nove mesi – molto felice che condivideva questa sua gioia con il marito Paolo.

Cordoglio unanime in tutte le Giudicarie di fronte a questa notizia che come un fulmine ha scosso l’intera collettività.

 

 

Il doloroso annuncio – si legge nel necrologio – lo ha dato il marito Paolo unitamente alla piccola Alessandra, il papà Giulivo, il fratello Carlo, i suoceri, i cognati, gli zii e i parenti tutti.

Il funerale avrà luogo oggi - sabato 11 giugno alle ore 17.00 - nella Chiesa di Bolbeno. Prima si terrà la recita del Santo Rosario.

Non fiori ma opere di bene. Si ringrazia anticipatamente quanti parteciperanno alla cerimonia funebre.

 

 

BORGO LARES. Un “TavolOne” attorno cui sedersi e progettare insieme, è questo il nome dell'incontro tra i tre Piani Giovani di Zona che ha avuto luogo nel pomeriggio di sabato scorso, 21 maggio, a Casa Madonna del Lares.

 

 Foto Martina Franchini

 

All'interno delle strategie messe in campo dalla Provincia per le politiche giovanili, il Piano Giovani riunisce giovani ed associazioni e permette di concretizzare progettualità sul territorio. In ambito giudicariese i Piani attualmente attivi sono tre – Valle del Chiese, Giudicarie Esteriori e Gnabon per la Busa di Tione. Hanno deciso di riunirsi al “TavolOne” in occasione di uno degli incontri di formazione obbligatoria.

 

 

Una prima volta che non si è fatta mancare il lusso di un nome su misura: “Si è scelto di realizzare un logotipo con un font bello solido, come il progetto del Piano Giovani – riportano gli organizzatori. - La prima O è stata leggermente ruotata, a indicare un piccolo cambio di direzione, perchè ci si trova tra persone con idee differenti che vogliono trovare la quadra tutti assieme. La seconda O diventa quindi diritta e concentrica, poichè il TavolOne ha lo scopo di perseguire obiettivi comuni che mettano lo sviluppo del territorio al centro.

 

Serve quindi riuscire a fare rete, ma come si procede? Gettando le basi per una conoscenza reciproca. Erano così in una trentina a Borgo Lares, provenienti da tutte le Giudicarie, alle prese con attività di gruppo proposte dal formatore e consulente Massimo Serra.

 

Divisi in gruppi, è stato chiesto loro di costruire un ponte abbastanza alto e che potesse sorreggere il peso di un mattone, nelle mani solo giornale e nastro adesivo.

Dopo una fase iniziale piuttosto scettica, ce l'abbiamo fatta! Abbiamo stupito persino noi stessi – confessano alcuni. - E sapete perchè? Perchè abbiamo imparato che per realizzare progetti ambiziosi, a volte anche apparentemente folli, basta saper mixare pochi ma preziosi ingredienti: le diversità che diventano risorsa, il confronto tra idee spesso divergenti, la voglia di collaborare e il saper cogliere i punti di forza dell'altro.

 

 

I primi ponti sono quindi stati costruiti con successo: il TavolOne ha saputo unire i giovani dei tre Piani che hanno poi avuto modo di scambiare idee su progettualità per il futuro. Una prima intenzione comune quella di tornare a trovarsi presto. Concretamente, si prevede di incontrarsi già in autunno a Pieve di Bono, poi di mantenere due incontri all'anno.

 

A chiudere il pomeriggio un rinfresco in compagnia ed i saluti istituzionali con l'Assessore agli enti locali, trasporti e mobilità Mattia Gottardi, che non ha mancato di sottolineare l'importanza dell'evento per la comunità giudicariese.

 

 

Grande soddisfazione tra gli addetti ai lavori per una stagione invernale superlativa. Borgo Lares: 800 bambini alla gara di fine corso!!! Sabato 19 e domenica 20 febbraio il Trofeo Giovanissimi

 

 

BORGO LARES. A Borgo Lares è iniziato il conto alla rovescia per il tradizionale appuntamento con il “Trofeo Giovanissimi” valido come gara di fine corso della stagione invernale 2021-2022.

Sabato 19 e domenica 20 febbraio presso il Centro Sci Bolbeno-Borgo Lares si svolgerà infatti la XIX edizione di questo famoso trofeo che vedrà la partecipazione di oltre 800 bambini di età compresa fra i 5 e i 12 anni che hanno frequentato i celebri corsi sci organizzati dallo Sci Club Bolbeno.

Tra i fattori di successo la tariffa di iscrizione ferma da oltre 17 anni a soli 60 euro (possibile grazie al sostegno di numerosi sponsor privati) che dà diritto a 9 lezioni di 2,5 ore e alla partecipazione alla gara di fine corso dove ogni partecipante sarà premiato con coppa indipendentemente dalla posizione in classifica. L'altro segreto è l'ormai famosa convenzione sovraccomunale che riserva ai residenti negli oltre quaranta comuni aderenti tariffe decisamente agevolate (basti citare lo skipass stagionale a soli 65 euro e le condizioni di grande favore previste anche per le scuole materne e per i proprietari di seconde case) per una popolazione totale coinvolta di oltre 120.000 persone.

Per quanto riguarda il XIX Trofeo Giovanissimi la novità di quest’anno è la suddivisione in due giornate: i bambini che hanno frequentato i corsi che si svolgono un giorno a settimana si presenteranno al cancelletto di partenza sabato 20; domenica 20 sarà presente chi ha frequentato il corso che si svolge due volte a settimana.

Per entrambe le giornate alle ore 9.30 il via ufficiale alla gara con i piccoli sciatori che scenderanno lungo due tracciati paralleli. Dalle ore 11.30 sarà il possibile pranzare presso il Ristorante Snow Pub “La Contea”e presso le aree esterne appositamente predisposte. Infine nel pomeriggio alle 14.00, la cerimonia di premiazione alla presenza di molti rappresentanti delle istituzioni locali e provinciali, dove ogni partecipante verrà premiato con un piccolo trofeo e sarà consegnata a tutti i bambini la Dolomeet Card.

Anche quest’anno quindi numeri da record per lo Sci Club Bolbeno e per il Centro Sci Bolbeno – Borgo Lares e di questo va dato atto al sodalizio del Presidente Marco Perottino che negli anni ha sempre lavorato con passione attorno all’idea di riportare lo sci alpino fra gli sport popolari.

 

 

 

 

 

 

 

 

BORGO LARES. Finalmente ci si potrà vedere in ‘presenza’ – è proprio il caso di dirlo – nelle lezioni di Fotografia promosse dal Circolo Fotografico Tionese! Il Direttivo del CFT infatti sta organizzando un Corso Base di Fotografia digitale a partire da martedì 31 maggio.

 

 

Ecco il calendario, si inizierà – appunto - martedì 31 maggio con la prima lezione, seguirà poi il martedì 7 giugno, quindi sabato 11 giugno con un’uscita fotografica dove si potranno mettere in pratica le nozioni apprese teoricamente in sede. La meta dell’uscita sarà concordata con i partecipanti al Corso. Martedì 14 giugno la lezione finale con visione delle fotografie che i corsisti avranno scattato nel corso dell’uscita. A coordinare il tutto e sarà anche docente, è Marco Gualtieri (presidente del circolo).

 

L’invito a partecipare è rivolto a tutti gli appassionati di fotografia, che intendono approfondire le proprie conoscenze teoriche sul mondo della Fotografia digitale. I costi sono molto contenuti (è compreso del materiale didattico individuale) per i soci del CFT € 10,00 mentre i non soci pagheranno € 30,00 che comprende anche la tessera di iscrizione al Circolo Fotografico Tionese.

 

Il modulo di iscrizione lo trovate anche sul sito del CFTNaturalmente il primo requisito indispensabile è quello di possedere una fotocamera, il secondo quello di aver voglia di apprendere le nozioni di base per scattare ‘buone’ fotografie. L’età minima è di 16 anni. Le iscrizioni - min 5 max 12 partecipanti – dovranno essere fatte entro sabato 28 maggio recandosi alla “Edicola” Rota in via Legione Trentina a Tione di Trento. Ai primi cinque iscritti verrà consegnato in omaggio una pubblicazione di didattica fotografica. Le lezioni si terranno nella sede sociale al secondo piano del Municipio a Borgo Lares – Bolbeno.

 

 

 

BORGO LARES. Oggi la Fotografia è forse la modalità più “social” per farsi conoscere o per condividere le nostre immagini. Ogni messaggio è accompagnato da uno scatto fotografico e diventa sempre più importante saper realizzare delle “buone” fotografie. Ma non sempre – pur avendo sofisticati mezzi quali fotocamere molto performanti o Smartphone di ultima generazione – conosciamo le “regole elementari” per poter fare fotografie cosiddette “mozzafiato!

 

 

Ebbene, se ti interessa migliorare questi aspetti, legati al Mondo della Fotografia, rivolgiti al Circolo Fotografico Tionese, troverai chi può darti consigli pratici molto utili.

 

Sono infatti aperte le iscrizioni. Per poter far parte come socio devi scaricare dal sito il modulo di iscrizione:

Come si diventa soci e consegnarlo in sede o all’Edicola ROTA in via Legione Trentina a Tione di Trento.

 

La quota sociale annuale per gli adulti: € 20,00 mentre quella per giovani minorenni è di € 10,00. Sono invariate anche per questo 2022.

 

Puoi fare un bonifico versando la quota sul conto del C.F.T. IBAN: IT 79O0823235661000001078278 La Cassa Rurale. Inoltre avrai dei benefici: oltre a ricevere la tessera sociale del C.F.T. riceverai anche un gadget per la “cura” della tua fotocamera. Sarai informato con newsletter mensile delle attività in svolgimento. Potrai partecipare alle uscite fotografiche o workshop su tematiche diverse. E da ultimo potrai avere l’iscrizione agevolata a Corsi Base di Fotografia e molto altro.

 

La nostra sede sociale si trova al 2° piano del Municipio “Borgo Lares” a Bolbeno. Se vuoi un’anteprima di cosa si può fare iscrivendosi al CFT, questo è il sito: Home Page.

 

 

Eureka! Funziona! Gara di costruzioni tecnologiche per piccoli inventori. Edizione 2021-2022 con al centro il tema della meccanica: premiata la classe quinta della scuola primaria di Zuclo

 

Si è svolta nella mattinata di mercoledì 4 maggio, presso l’Istituto Buonarroti di Trento, la quinta edizione trentina della gara di costruzioni tecnologiche per piccoli inventori “Eureka! Funziona!” promossa da Confindustria Trento e Federmeccanica con il patrocinio del Miur. All’evento hanno partecipato 20 classi, con altrettanti progetti, provenienti da tutto il territorio trentino.

 

La giuria nel corso dell’evento ha premiato le seguenti invenzioni:

La vincitrice delle classi terze è la IIIA dell’Istituto Comprensivo Trento 7 di Meano con il gioco “Il ninja delle banane”;
• La vincitrice delle classi quarte è la IVB dell’Istituto Cembra, Scuola Primaria di Giovo, con il gioco “Funivia tecno”;
• La vincitrice delle classi quinte è la VA dell’Istituto Comprensivo di Tione, Scuola Primaria di Zuclo, con il gioco “Il fiondacalcio”.

 

In foto la classe quinta della Scuola primaria di Zuclo con il progetto vincitore "Il fiondacalcio". Gli alunni avevano il compito di ideare e poi realizzare un gioco che includesse il movimento a partire da materiale fornito in una scatola 

 

Alla presentazione degli elaborati creativi e alla cerimonia di premiazione hanno partecipato anche: il direttore generale di Confindustria Trento Roberto Busato, il presidente della sezione Meccanica, Meccatronica e Impianti Marco Giglioli, il dirigente generale del Dipartimento istruzione e cultura della Provincia autonoma di Trento Roberto Ceccato, la dirigente dell’Istituto Tecnico Buonarroti Laura Zoller, il presidente della giuria del progetto Luca Arighi.

 

Valorizzate anche le riflessioni delle scuole sulla transizione sostenibile. Confindustria Trento, in questa edizione, aveva proposto infatti ai ragazzi un compito aggiuntivo: produrre un “manifesto” che sintetizzasse idee, pensieri e azioni sulla sostenibilità. Una novità legata al progetto “Duemilatrentino”, al quale l’Associazione si dedica dallo scorso anno.

 

 

Cos’è Eureka! Funziona!?
Eureka! Funziona! è un progetto di orientamento promosso da Federmeccanica, in accordo con il MIUR, destinato ai bambini del terzo, quarto e quinto anno della scuola elementare. In Trentino è promosso da Confindustria Trento per il quinto anno consecutivo.
Si tratta di una gara di costruzioni tecnologiche, nella quale i bambini hanno il compito di ideare, progettare e costruire un vero e proprio giocattolo a partire da un kit contenente vari materiali.

 

Come Funziona!?
Gli alunni sono divisi in gruppi, in modo da incentivare la cooperazione, il lavoro in team, la suddivisione di compiti e ruoli. Insieme, realizzano un’invenzione tecnologica in 6/8 settimane (per 20 ore di attività).
Nel corso dell’evento finale, i progetti realizzati vengono valutati da parte di una giuria deputata a scegliere il giocattolo maggiormente innovativo, sulla base di una scheda di valutazione ad hoc.

 

Perché Funziona!?
Eureka! Funziona! mira a sviluppare, sin dalla scuola primaria, le attività di orientamento alla cultura tecnica e scientifica, come già avviene in numerosi Paesi europei, quali Finlandia, Germania, Francia e Olanda.

I bambini sono introdotti al mondo del saper fare: lo svolgimento delle attività di invenzione e progettazione consente infatti agli alunni coinvolti di integrare la teoria con la pratica, ma anche di stimolare lo spirito imprenditoriale, le capacità manuali, l’attitudine al lavoro di gruppo e la creatività.

I bambini hanno la possibilità di sviluppare un’attitudine al problem solving, nonché un approccio interdisciplinare, nel quale vengono applicate diverse materie di studio (dalla matematica al disegno, passando per l’italiano e le scienze) per concorrere alla realizzazione del prodotto finale.

In questo modo i bambini vengono messi nella condizione di apprendere attraverso il “cooperative learning” e il “learning by doing”, metodologie didattiche che consentono agli studenti di acquisire conoscenze e competenze tramite la condivisione e l’esecuzione di azioni pratiche.

 

I numeri dell’edizione corrente
13 Istituti Comprensivi, 20 Classi, così suddivise: 5 Classi III, 7 Classi IV, 8 Classi V, 329 Studenti Coinvolti

Tema di questa edizione: La meccanica

Scuole presenti nell’edizione 2021-22: I.C. BORGO VALSUGANA, I.C. TRENTO 3, I.C. CEMBRA, I.C. TRENTO 7 – MEANO, I.C. PERGINE 1, I.C. PRIMIERO, I.C. LAVIS, I.C. VIGOLO VATTARO, I.C. DEL CHIESE, I.C. LEVICO TERME, I.C. AVIO, I.C. TIONE, I.C. FONDO REVO’

I numeri delle cinque edizioni trentine: 33 partecipazioni degli istituti scolastici, 76 classi, 1.197 bambini

 

 

Cesare Maestri vince la 48ª edizione della Ciaspolada in Val di Non svoltasi oggi sabato 8 gennaio. Si riconferma per la quarta volta Campione del mondo di corsa con racchette da neve. Arrivano i complimenti da Borgo Lares

 

Foto dall'Archivio

 

Questa mattina era tutto pronto alle Regole di Malosco in Val di Non per la 48ª “Ciaspolada” europea, “un'importante edizione della ripartenza” come ha spiegato il presidente del comitato organizzatore Gianni Holzknecht dopo l'apertura di ieri pomeriggio in piazza San Giovanni Fondo.

Sono stati in 1.200 a presentarsi al via con un pettorale, una settantina per affrontare la gara vera e propria, gli altri per passeggiare sul suggestivo percorso lungo sei chilometri, disegnato in una delle zone più suggestive dell’Alta Val di Non, innevata di fresco nei giorni scorsi. Al manto bianco naturale si è aggiunta anche la neve portata dai volontari per ottenere un fondo omogeneo.

 

Un tracciato con numerosi saliscendi, che si snoda nel bosco e che tutti affronteranno per la prima volta, un’incognita in più rispetto al passato. I favoriti erano, in campo maschile, proprio Cesare Maestri, che ha già vinto per tre volte questa manifestazione, ma anche un altro giudicariese, Alberto Vender, che nel 2020 si impose alla prima partecipazione. Con loro non mancavano però Stefano Anesi, Bruno Stanga, Francesco Baldessari e Michele Dall’Ara, oltre ai catalani Marc Pujol Traserra e Marc Toda Vericat e al tedesco Marco Sturm.

 

Ma Cesare Maestri, originario di Borgo Lares classe 93, ha battuto tutti, riconfermandosi per la quarta volta campione del mondo di corsa con racchette da neve! Non tardano ad arrivare i complimenti da parte dello Staff del Centro Sci Bolbeno - Borgo Lares con tutta Pro Loco di Bolbeno che orgogliosi si congratulano con il campione e atleta di casa per aver conquistato il primo posto alla 48ª Ciaspolada a Fondo in Val di Non.

 

 

BORGO LARES. Erano in oltre 200 alla tradizionale cena di fine stagione del Centro Sci più miracoloso in Italia svoltasi martedì 5 aprile presso il ristorante “La Contea” di Bolbeno. Una stagione che, dopo l’inverno 2020 – 2021 in cui – causa pandemia - hanno potuto sciare solamente gli atleti agonisti, ha fatto segnare numeri record sfiorando i 240.000 passaggi sulla sciovia.

 

La serata, come tradizione impone, rappresentava un momento di ringraziamento per tutti coloro che si impegnano per il buon funzionamento del Centro Sci, oltre che occasione per fornire i dati più significativi della stagione invernale appena conclusasi ma anche per fare il punto sui progetti futuri.

 

Foto della serata di martedì 5 aprile

 

Ecco di seguito alcuni tra i dati più significativi esposti durante la serata:

 

  • Passaggi sulla sciovia: sfiorata quota 240.000 grazie ai quali il Centro Sci Bolbeno- Bogo Lares si conferma uno degli impianti sciistici più utilizzati dell’intera Provincia autonoma di Trento;

  • 94 giornate di apertura, dal 10 dicembre 2021 al 13 marzo 2022;

  • Oltre 800 bambini iscritti ai corsi sci organizzati dallo Sci Club Bolbeno;

  • Oltre 1500 abbonamenti stagionali staccati;

  • Superata la soglia dei 1000 kit completi per lo sci noleggiati stagionalmente a dimostrazione che la politica intrapresa – quella di mettere a disposizione dell’utenza materiali nuovi e delle migliori marche - continua a dare i suoi frutti;

 

Il sindaco di Borgo Lares Giorgio Marchetti ha illustrato ai presenti lo stato dell’arte per quanto riguarda il progetto di allungamento della pista; progetto che ha l’obiettivo di completare un servizio già molto apprezzato e che negli ultimi anni, in particolare dopo il completamento dell’impianto di illuminazione serale, ha visto un’affluenza in costante crescita. A questo proposito sia l’Assessore all’artigianato, commercio, promozione, sport e turismo della Provincia Autonoma di Trento Roberto Failoni sia il vicepresidente di Trentino Sviluppo Albert Ballardini si sono detti fiduciosi che il nuovo il nuovo impianto sarà pronto per la stagione invernale 2022/2023.

 

Al termine della serata sono stati ringraziati i tantissimi volontari e le varie associazioni che ogni anno e a vario titolo si impegnano per l’attività del Centro Sci. Un sentito grazie è andato anche a tutti gli sponsor e tutti i comuni convenzionati e un grande plauso è andato alla vera anima del Centro Sci Borgo Lares, l’intramontabile Collizzolli Mario, premiato e applaudito per la straordinaria attività ultracinquantennale dedicata alla Pro Loco di Bolbeno, ente gestore del Centro Sci.

Foto Direttivo della Pro Loco

 

«Trentino Ski Race», il format televisivo che vede protagonisti dieci atleti agonisti under 23 che vanno alla scoperta delle piste agonistiche del Trentino, all’interno del programma a diffusione nazionale «Mountain Way», questa settimana illustrerà i segreti della pista “Coste” di Bolbeno – Borgo Lares. Si tratta di un centro sci, che ha però un valore strategico per il mondo dello sci trentino, visto che, grazie alla sua morfologia e posizione, ma soprattutto anche per l’illuminazione serale, è una meta ambita dai tanti sci club che si possono allenare su questo pendio, soprattutto nella disciplina dello slalom speciale.

A raccontare le peculiarità della pista ci pensano 6 dei 10 attori e atleti di alto livello del format televisivo, che rispondono ai nomi di Jennifer Paissan, Sara Mattiolo, Giulia Peterlini, Anna Rech, Patrick Van Loon, Martin Nardelli, Werner Krause, Giorgio Ronchi, Daniele Buio e Lorenzo Furlan.

 

 

Non mancherà un approfondimento territoriale con il presidente della Pro Loco di Bolbeno Roberto Marchetti e con l’ex azzurro della nazionale di sci Paolo Pangrazzi. Per la rubrica Tecnologia&Innovazione parleremo invece del progetto Mysnowmaps con l’ideatore Matteo Dell’Amico.

 

La puntata verrà anzitutto trasmessa sulla tv areale «7 Gold» (visibile sul canale numero 15 del digitale terrestre) a partire da sabato pomeriggio 25 dicembre (in replica domenica mattina 12 dicembre), e su altre 41 tv locali di tutta Italia, visto che in questi giorni si sono aggiunte ben 5 emittenti al format di diffusione. Più informazioni qui.

 

Il progetto è supportato da Trentino Film Commission ed è realizzato dall’Agenzia Busacca produzioni video, in collaborazione con l’Agenzia giornalistica PegasoMedia e la Polisportiva Alpe Cimbra e gode del patrocinio della Federazione Italiana Sport Invernali, nonché della preziosa partnership di Extreme Racing Equipment e di Bollé caschi e maschere, oltre ad alcuni partner territoriali.

 

E non è tutto. A completare la diffusione del progetto ci sarà anche una forte presenza sul web e sui social media, grazie alla partnership con la rivista Sciare, che ha una tiratura di 24.000 copie con pubblicazione quindicinnale (da ottobre ad aprile e con 11.000 abbonati), quindi oltre 2 milioni di visitatori ogni mese sul sito web, 36.000 seguaci su Facebook, 31.000 follower su Instagram, nonché media partner di Fisi, Amsi, Colnaz, Anef, Fisip, Cip e Skipass. Sul sito www.sciaremag.it è prevista la pubblicazione di una miniserie in cinque episodi per ogni puntata, che verrà pubblicata a partire da ogni lunedì. Sempre il lunedì il format integrale, della durata di 30 minuti, verrà pubblicato sul canale e sul sito .

 

BORGO LARES. Una grande festa dello sci a Borgo Lares, il plauso della Provincia. L’assessore Failoni e il vicepresidente Tonina alla premiazione del “Trofeo Giovanissimi” che coinvolge oltre 800 bambini.

 

 

Pomeriggio di premiazioni oggi al Centro Sci Borgo Lares al termine della prima giornata di gare del “Trofeo Giovanissimi”, nella cornice di un folto pubblico fra atleti, familiari e rappresentanti delle istituzioni locali e provinciali. La manifestazione sportiva vede protagonisti in questo fine settimana oltre 800 bambini fra i 5 e i 12 anni che hanno frequentato i corsi di avvicinamento allo sci alpino 2021/2022 organizzati dallo Sci Club Bolbeno. All’evento sono intervenuti anche l’assessore allo sport e turismo Roberto Failoni e il vicepresidente Mario Tonina.

 

Desidero rivolgere – ha detto l’assessore Failoni – un grande ringraziamento ai responsabili della manifestazione, ai sindaci, ai volontari e a tutte le istituzioni del territorio per aver reso possibile questa giornata di sport e di festa. Ma voglio ringraziare, con altrettanta convinzione, i genitori e i loro bambini per la loro attiva partecipazione. Questo impianto ha una particolare valenza, sia sul piano sportivo, sia sul piano sociale. La Provincia è vicina a tutti voi; insieme, guardiamo con fiducia a un ulteriore sviluppo di questa splendida realtà”.

 

Bolbeno – ha affermato il vicepresidente Tonina – oggi rappresenta un punto di riferimento non solo per la comunità delle Giudicarie, ma anche per altre realtà trentine e non solo. La Provincia sostiene convintamente iniziative come questa, che puntano alla formazione sportiva di bambini e ragazzi, al loro avvicinamento allo sport e agli importanti valori che esso rappresenta”.

 

E un ringraziamento alla Provincia è arrivato dal sindaco di Borgo Lares Giorgio Marchetti, che ha sottolineato anche l’ottima sinergia fra le diverse municipalità convenzionate, presupposto fondamentale per la riuscita dell’evento in programma fra oggi e domani.
Nel corso della premiazione ogni partecipante ha ricevuto un trofeo; a tutti i bambini è stata poi consegnata la “Dolomeet Card”.

 

Il Centro Sci Borgo Lares rappresenta una realtà di particolare importanza sportiva ma anche di valenza sociale, inclusiva, con proposte come la giornata gratuita per le scuole materne e la giornata per gruppi di disabili. Nel 2019 è stato siglato il protocollo con Provincia, Trentino Sviluppo, Bim, Comune di Borgo Lares e Pro Loco di Bolbeno per l’allungamento della pista e la realizzazione di una nuova seggiovia. I Comuni convenzionati sono 42, per un totale di 120.000 residenti.

 

Anche quest’anno, seppur con le limitazioni da Covid-19, sono stati superati tutti i precedenti record di presenze, passaggi e incassi.


Oggi alla premiazione hanno preso parte anche la consigliera provinciale Vanessa Masè, i rappresentanti dei Comuni convenzionati, il presidente del Centro Sci Borgo Lares Marco Perottino e il presidente dell’APT Madonna di Campiglio Tullio Serafini.

 

 

BOLBENO. Che bellezza! Sono queste le due parole più usate in questi giorni a Borgo Lares. È davvero grande la soddisfazione di tutti gli addetti ai lavori che grazie ad un sistema di innevamento senza eguali e soprattutto grazie ad una grandissima determinazione sono riusciti a sfruttare al meglio il freddo di questi giorni garantendo un’apertura che definire sensazionale è quasi riduttivo.

 

 

 

 

L’ulteriore miglioramento dell’impianto di innevamento programmato con l’installazione altri generatori di neve automatici si è rivelato dunque ancora una volta decisivo per una stazione cresciuta in maniera esponenziale negli ultimi anni e che durante la stagione invernale garantisce lavoro ad oltre 60 persone.

 

La stagione 2021 - 2022 si preannuncia ricca di novità per il Centro Sci Borgo Lares che – ricordiamolo – dispone anche dell’illuminazione notturna. L'impianto anche in questa stagione sarà aperto al pubblico per due sere alla settimana, il mercoledì e il venerdì dalle 18.30 alle 21.00, così da offrire un'opportunità in più per chi studia o lavora, ma anche per gli atleti dei vari sci club, che spesso faticano a conciliare l'allenamento con la scuola.

 

Tra le conferme della stagione che sta per iniziare non si può dimenticare l’opportunità davvero strabiliante offerta a tutte le scuole materne avente sede in uno degli oltre quaranta Comuni Convenzionati. Oltre alla possibilità di poter usufruire gratuitamente, per un’intera giornata, del campo primi passi “Bolbenolandia” e delle relative attrezzature con il costo del trasporto con pullman a carico della Pro loco di Bolbeno, anche quest’anno, grazie alla preziosa collaborazione del Ristorante “La Contea”, sarà offerto anche il pranzo a tutti i bambini e ai loro insegnanti! Un’opportunità davvero straordinaria che testimonia l’attenzione ai più piccoli che ha sempre caratterizzato il Centro Sci e che sicuramente le scuole materne non si lasceranno scappare.

 

 

 

Anche quest’anno, grazie agli sforzi dello Sci Club Bolbeno, a partire dalla seconda settimana di gennaio sarà riproposto il famoso corso di sci che per il ventesimo anno consecutivo avrà il prezzo ancora bloccato a soli 60 €. Un vero e proprio miracolo reso possibile dal sostegno di numerosi sponsor privati che trovano spazio e visibilità sul rinnovato sito internet dell’associazione (www.bolbeno.info) e grazie alla collaborazione degli Istituti scolastici che nonostante la pandemia hanno trovato ottime forme di collaborazione.

 

L’attrezzatissimo Noleggio/laboratorio Sci rappresenterà ancora una volta uno straordinario biglietto da visita della piccola ma efficientissima ski area con una dotazione di oltre 1500 paia di sci e scarponi delle migliori marche perseguendo la politica di un altissimo standard qualitativo. La volontà è sempre quella di offrire all’utente qualità a prezzi contenuti (basti pensare che con 90 € chi è in possesso di skipass stagionale dell’impianto, può portare a casa sci, scarponi, bastoncini e casco).

 

Una non-novità, ma che, come sempre, vale la pena sottolineare, sarà infine lo straordinario lavoro dei tanti volontari della Pro loco di Bolbeno, dello Sci Club Bolbeno e delle altre associazioni che collaborano, sia per l’organizzazione “logistica” della ski area, sia per la riuscita delle numerose manifestazioni: è solo grazie a loro se questo vero e proprio “miracolo” che non ha eguali lungo tutto l’arco alpino continua a rinnovarsi di anno in anno, migliorandosi sempre più e contribuendo a creare lo spirito di comunità che in futuro continuerà sicuramente a rappresentare un’arma vincente.

 

 

 

 

 

 

More Articles ...

Page 1 of 3