25
Sat, Jun

 

Festa delle grandi occasioni oggi per l’inaugurazione del punto vendita della famiglia cooperativa di Bondo e Roncone, guidata dal presidente Guido Molinari e dal direttore Gianfranco Molinari: una istituzione di comunità con i suoi centotrent’anni di storia che saranno festeggiati nel prossimo autunno e che è stata salutata con soddisfazione delle numerose autorità presenti assieme ai vertici della cooperazione.


La Provincia di Trento era rappresentata da Mario Tonina, vicepresidente oltre che assessore alla Cooperazione che ha insistito su due parole: consapevolezza e solidarietà. “Se erano fondamentali 130 anni fa quando nacque questa esperienza - ha detto - a maggior ragione sono importanti e strategiche oggi, dopo due anni di pandemia che hanno visto tanto impegno proprio da parte di questi punti vendita e di chi ci lavora. Uomini e donne che vanno ringraziati per essere stati autentici punti di riferimento per la comunità in momenti così difficili. Tonina ha ricordato anche il recente accordo di collaborazione fra Provincia e Cooperazione, all’interno del quale un ruolo importante è attribuito proprio ai negozi multiservizi”.

 

 

Se siamo qui oggi a festeggiare un nuovo traguardo per la cooperazione di consumo - ha detto Tonina - lo dobbiamo a tutti i soci e agli amministratori che hanno creduto e dato fiducia ancora una volta al movimento cooperativo investendo risorse ed energie nel proprio territorio. La lezione che ci ha insegnato l’emergenza sanitaria è che le cooperative - e in particolare quelle di consumo - possono ancora avere un ruolo strategico per la nostra comunità. Durante l’emergenza, a tendere una mano sono state anche le cooperative di consumo, che si sono trasformate in punti di riferimento per i nostri cittadini, perché prima che essere esercizio commerciale sono diventate luogo di incontro e di socialità. Come lo fece un tempo rispondendo ai bisogni insoddisfatti di territori marginali e poveri, la cooperativa di consumo ha fatto la differenza, contribuendo ad alimentare la resilienza del modello cooperativo e la propria funzione sociale”.


“Oggi - ha aggiunto Tonina - le cooperative di consumo sono chiamate a rinsaldare quel rapporto privilegiato con il socio, anche attraverso la predisposizione di nuovi servizi che muovono verso la direzione della sostenibilità: in termini agricoli, privilegiando i prodotti del territorio, in termini di consapevolezza ambientale sociale e soprattutto di educazione ad un consumo responsabile”.


Il vicepresidente Tonina ha concluso auspicando un ruolo sempre più incisivo del mondo cooperativo affinché possa essere protagonista anche in questa fase di profonda trasformazione del nostro tessuto sociale ed economico.



Nel corso dell’evento inaugurale sono intervenuti Franco Bazzoli, sindaco del Comune Sella Giudicarie, il presidente della Federazione Trentina della Cooperazione, Roberto Simoni, ed il presidente di Sait, Renato Dalpalù.


All’evento hanno partecipato, inoltre, Paola Dal Sasso, vicepresidente della Cooperazione Trentina per il settore del consumo, Monia Bonenti, presidente della Cassa Rurale Adamello-Giudicarie-Valsabbia-Paganella, e una nutrita rappresentanza di presidenti e direttori delle cooperative di consumo.
Benedizione affidata a don Celestino Riz e taglio del nastro hanno ultimato l’evento inaugurale.

 

 

 

SELLA GIUDICARIE. L’antica chiesa di Sant’Andrea giovedì sera 16 giugno conteneva una grande folla di appassionati nonché gli artisti che hanno assistito alla Premiazione del Concorso - promosso dalla Biblioteca Comunale - “Insegnare… Sella Giudicarie le arti raccontano i territori”.

 

 

Davide Pandolfi presidente della Biblioteca, ha dato il via alla premiazione, dopo aver introdotto la serata, spiegandone appunto le motivazioni del perché questa manifestazione vede solo ora l’esito finale con la assegnazione dei premi e fra l’altro ha affermato: “… sono passati questi due anni di pandemia, anni in cui non è stato possibile trovarci – ha esordito Davide – oggi infatti conosceremo i nominativi dei premiati che hanno partecipato a questa 5a edizione del concorso nel 2019”.

La serata ha preso avvio con le note del Gruppo Musicale “Le Maitinade” di Roncone introdotto da una presentazione di Norma Bonenti.

Roberta Bonazza, esperta d’arte, ha ringraziato i promotori per l’organizzazione della serata e la Giuria del Concorso nella fattispecie: Alessandro Togni, critico d’arte, Udalrico Gottardi esperto in fotografia e Gaja Pellizzari laureata in didattica dell’arte museale, per la loro competenza e disponibilità nella scelta non facile delle migliori opere.

La serata è proseguita con le premiazioni e la lettura delle motivazioni per ogni premiato da parte dei giurati Gaja e Udalrico: per la Categoria Scuola, una menzione speciale è andata alla classe 1ª E Scuola Media di Roncone e alla classe 2ª elementare Bondo. Per la Categoria letteratura due menzioni speciali per Bazzoli Giovanni con “Raccontiamo la Val di Bondone” e Amistadi Anna con “El giöl, storia di un capretto smarrito”.

 

In foto a sinistra il primo premio Pittura, a destra il primo premio categoria Scuola 

 

La Categoria Fotografia ha visto al primo posto classificarsi Bazzoli Mattia con “Nebbie fra i faggi”.

Due le fotografie segnalate una Amistadi Elida con la foto “Scandole particolare” e Bazzoli Gabriele con la suggestiva immagine intitolata “Cengledino”.

Le Maitinade, con le loro musiche di particolare effetto, hanno eseguito i loro pezzi tra una premiazione e l’altra conferendo alla serata un’immagine molto gradita da pubblico presente.

Infine Alessandro Togni ha premiato i partecipanti alla Categoria Pittura, assegnando il primo premio ad Amistadi Elida con l’opera pittorica “Vivere la montagna” e due segnalazioni per Amistadi Serena con “Il ponte della santa cros” e Scaia Mariangela con il disegno “Lago di Roncone innevato”. A conclusione dell’evento il sindaco Franco Bazzoli ha consegnato agli altri concorrenti l’attestato di partecipazione.

 

In foto altri scatti di opere, in copertina "Nebbie fra i faggi". Foto di Udalrico Gottardi

 

 

 

SELLA GIUDICARIE. “Insegnare… Sella Giudicarie” le arti raccontano i territori è il tema di un concorso bandito dalla Biblioteca un paio d’anni fa, ma purtroppo a causa delle restrizioni per la pandemia, non è stata fatta la premiazione delle opere che hanno partecipato.

Pertanto giovedì 16 giugno nell’antica chiesa di Sant'Andrea a Breguzzo alle ore 20.30 avrà luogo l’assegnazione dei premi del Concorso.

 

Foto di Udalrico Gottardi

 

La giuria, composta da Alessandro Togni critico d’arte, il prof. Udalrico Gottardi e Gaja Pellizzari, ha preso visione e valutato le opere presentate stilando una graduatoria e assegnando i premi per ogni categoria.

La Biblioteca comunale di Sella Giudicarie organizza la serata di presentazione e premiazione delle opere partecipanti alla quinta edizione del concorso artistico che racconta il nostro territorio, queste le categorie partecipanti: Fotografia, Opere Pittoriche e Racconti/Letteratura.

Tutti i partecipanti al Concorso nonché gli appassionati di arti figurative sono inviatati a partecipare. Durante la serata saranno proiettate immagini dei nostri paesaggi diffusi in mezzo alla montagna.

 

SELLA GIUDICARIE. Si è svolta ieri, alle 13.30, la prova di evacuazione presso la scuola dell’infanzia “Mario Amistadi Sciavina” grazie alla disponibilità dei Vigili Del fuoco Volontari Roncone.

 

 

Si è trattato di un momento sentito e partecipato, sia per i Vigili che per i più piccoli: è stato simulato un incendio nel locale cucina dove era rimasta bloccata anche una delle cuoche.

I bambini sono stati raccolti nel punto di ritrovo sicuro da parte delle insegnanti addestrate all’evacuazione. I pompieri presenti, invece, hanno provveduto a soccorrere l’inserviente che è stata estratta con la barella.

 

La prova di evacuazione è stata preceduta da una visita dei bimbi e delle maestre presso la caserma dei VVF giovedì 19 maggio dove hanno avuto modo di familiarizzare con i mezzi di soccorso.

 

Un grazie particolari ai Vigili del Fuoco di Roncone - commentano dall’Amministrazione comunale - che sono sempre disponibili a svolgere attività di formazione e prevenzione a favore della comunità”.

 

 

More Articles ...