18
Tue, May

 

L'Azienda per il Turismo Madonna di Campiglio, nell'ambito delle attività di sviluppo prodotto, è alla ricerca di luoghi, percorsi, racconti che pochi conoscono e che potrebbero emergere diventando occasione di esperienza per gli ospiti. Come avviene questa indagine? Attraverso una raccolta di idee rivolta ai residenti, operatori turistici e non solo, tramite un questionario da compilare on line.

L'Azienda per il Turismo Madonna di Campiglio, operativa, da alcune settimane, nella sua nuova dimensione "armonizzata" da Campo Carlo Magno al lago d'Idro, coglie l'opportunità di questo cambiamento voluto dalla recente Riforma del turismo trentino (Legge provinciale 12 Agosto 2020 numero 8) per coinvolgere in una "chiamata" del tutto speciale le persone che vivono in Val Rendena, Giudicarie Centrali e Valle del Chiese. L'obiettivo è di scovare, attraverso la voce dei residenti (operatori del turismo ma non solo, senza alcun vincolo di età o appartenenza a categorie), un luogo poco conosciuto in grado di suscitare meraviglia, una storia curiosa che emozioni, dettagli, sfumature e ispirazioni profondamente connesse alla dimensione montagna che possano essere trasformate in esperienze memorabili.

L'unica "condizione" per partecipare è quella di conoscere, frequentare e vivere il territorio con il desiderio di trasferire qualcosa di più, di nuovo e di originale agli ospiti. Qualche indizio per cominciare a pensare all'esperienza da segnalare? Che sia fuori dalla massa e che contempli i seguenti elementi: sorpresa/stupore, soggettività/protagonismo, unicità/esclusività, bellezza/emozione.

La parola passa all'ambito turistico attraverso una "chiamata collettiva" nella forma del questionario online, uno strumento che permette, in pochi minuti, di far conoscere i propri suggerimenti, spunti, pensieri.

 

Foto di P.Bisti, Fototeca Apt Madonna di Campiglio

 

«ApT – spiega il direttore Matteo Bonapace – visionerà tutte le risposte che arriveranno, selezionerà le idee più coerenti con la strategia di sviluppo e promozione turistica, le svilupperà ulteriormente in collaborazione con i proponenti, previo benestare degli stessi, e le inserirà nel programma generale dei prossimi anni, mettendone a terra almeno una nell'estate 2021».

«"Una montagna di montagne" – aggiunge il presidente Tullio Serafini – è la prima azione esecutiva del Piano strategico pluriennale – che, nell'ottica del passaggio "da logo a luogo", pone un forte accento sui contenuti, su un ambito fatto di emozioni e relazioni con l'obiettivo di essere unici ma molteplici. Per questo motivo siamo "a caccia" di diversità da valorizzare».

Nella particolarità di questo territorio, caratterizzato, in tutta la sua percorrenza lago d'Idro-Madonna di Campiglio, dalla Linea delle Giudicarie, una profonda spaccatura geologica che divide le Alpi Centrali e le Alpi calcaree meridionali (comprendenti le Prealpi italiane e i massici dolomitici) e fa incontrare Adamello-Presanella e Dolomiti di Brenta, la diversità ambientale, le pieghe della storia, le vicissitudini personali e imprenditoriali nascondono forse ancora qualcosa – luoghi, persone, esperienze – che può diventare ricordo, memoria, narrazione condivisa.

Azienda per il Turismo invita dunque a compilare il questionario online che si trova al seguente link.

 

 

Tutto in tre gare e in quattro giorni. Madonna di Campiglio da oggi giovedì 25 a domenica 28 marzo avrà il compito e l'onore di assegnare le Coppe del Mondo overall e di specialità: a disputare la generale maschile ci sono ben tre atleti che si giocano il tutto per tutto. Sono il valtellinese Robert Antonioli, che ha un margine risicato di 26 punti sul francese Thibault Anselmet e più staccato il trentino di Vermiglio Davide Magnini con un gap di 167 punti.


Leader della generale, secondo nell'individual, quarto nella vertical, quinto nella sprint è 
Robert Antonioli, intenzionato più che mai a conquistare la sua quarta coppa di cristallo.

Sensazioni della vigilia? «Sto abbastanza bene – spiega il valtellinese – anche se ho patito molto le gare dei Mondiali e del Pierra Menta, quest'ultima poi mi ha proprio sfasato. Per questo motivo questa settimana sono rimasto fermo ai box per recuperare energie. Quest'anno la sfida per la vittoria finale è combattuta come non mai, vorrà dire che se vinco avrò maggiore soddisfazione. Il francese Anselmet è stata la sorpresa di quest'anno. E' cresciuto molto, io spero di essere competitivo in tutte e tre le gare, anche se nella sprint ci sono tanti giovani che danno filo da torcere e quest'anno è molto difficile passare i quarti. Sono però convinto che sarà Italia show a Campiglio. Abbiamo tanti ragazzi in lotta per le classifiche».

 

 


A contendere la sfera di cristallo all'azzurro sarà il francese del 
Team Vibram Thibault Anselmet, che si presenta in gran forma: «Ce la metterò tutta per provare a vincere la generale, anche se Antonioli è davvero forte e, soprattutto gioca in casa. Siamo a fine stagione e la forma per tutti non è al top, però mi sono preparato bene per questa tre giorni finale, in un contesto paesaggistico che mi piace molto. In ogni caso per me domenica sera, concluse le finali, sarà una giornata speciale, perché rappresenterà il miglior risultato in carriera in Coppa del Mondo».


L'atleta di casa 
Davide Magnini punta invece ad un piazzamento nella generale della specialità individual, dove attualmente è in terza posizione ma a soli 20 punti dal leader Matteo Eydallin. «E' sempre bello gareggiare in casa – precisa l'alfiere del Centro sportivo Esercito – in un ambiente dolomitico incantevole che tutti ci invidiano. Spero di essere in forma, ma ho buone sensazioni visti i risultati delle ultime gare e spero di confermarmi anche a Campiglio. Cercherò di dare il tutto per tutto, anche se la sprint non è proprio la gara che preferisco. L'obiettivo è di mettere in saccoccia il maggior numero possibile di punti, anche se non sarà facile perché tutti gli avversari sono tosti in tutte le specialità. Con l'attuale classifica ho più chance nella individual di domenica. Ce la metterò tutta».


Oggi apertura con la sprint su un tracciato ricavato per la prima volta in località Fortini a Passo Campo Carlo Magno, che prevede uno sviluppo di 380 metri di salita, 430 metri di discesa e un dislivello di 75 metri. I primi a partire saranno gli under 20 con le qualifiche, a seguire i senior.  Subito dopo le varie batterie ad eliminazione diretta, fino alle finalissime.

 

 

L'incidente è avvenuto attorno alle ore 15.00 di oggi, domenica 21 febbraio 2021.

Nei pressi di Malga Ritorto – sopra Campiglio – una bambina rimaneva coinvolta in un incidente sulla neve.


 

La bambina avrebbe appena quattro anni; era coi genitori sulla neve quando è stata travolta da una slitta trainata da cavalli.

Enorme lo spavento davanti all'inquietante scena: per la piccola, rimasta a terra, si sono attivati immediatamente i soccorsi e si è dato l'allarme.



Sul posto, in particolare, un operatore del Soccorso alpino della Stazione di Pinzolo che ha prontamente iniziato le prime mosse di intervento in attesa dell'arrivo dell'equipe medica.

L'elicottero del Soccorso alpino dell'area Trentino Occidentale è atterrato in zona. Anche grazie all'intervento degli operatori di Campiglio, la bambina è stata immobilizzata e caricata sul mezzo.



E' quindi stata elitrasportata all'ospedale Santa Chiara di Trento per ricevere le cure del caso.

 

Incidente nelle prime ore del pomeriggio a Campiglio. Coinvolte due vetture durante un sorpasso.



E' accaduto nelle prime ore del pomeriggio, attorno alle 13.00, in località “La Fontanella” sulla retta in entrata a Madonna di Campiglio.



Più macchine si sono ritrovate in colonna, per permettere alla prima di svoltare: l'uomo a bordo, residente in zona, stava facendo rientro a casa. Una macchina da dietro, sempre in direzione Madonna-Pinzolo, tentando il sorpasso, ha impattato la vettura in fase di svolta.



A bordo di questa seconda vettura, una giovane ragazza; l'auto è finita capovolta sulla strada poco più avanti. I danni sulla vettura dell'uomo, invece, hanno riguardato principalmente la ruota anteriore sinistra, completamente staccata dalla sua sede. L'impatto è stato veramente violento: anche le immagini parlano chiaro.


 

 

Nessuno dei due conducenti ha riportato ferite gravi: entrambi uscivano autonomamente dai rispettivi veicoli. Tuttavia, viste le varie contusioni, si è deciso di procedere con ulteriori accertamenti all'ospedale di Tione.



Sul posto, oltre ai Vigili del Fuoco di Madonna di Campiglio – Mavignola, la Croce Rossa di Campiglio, la Polizia Locale di Pinzolo e il Servizio Strade.



More Articles ...