06
Thu, Aug

 

Entra nel vivo la rassegna culturale del festival d'alta quota "Il Mistero dei Monti": mercoledì 5 agosto (ore 17.30, Salone Hofer) la storica dell'arte parmense Nicoletta Agazzi svelerà il profilo di un grande artista sconosciuto a molti: Lorenzo Haili (1643-1702).

Talentuoso intagliatore rendenero, la sua vicenda artistica segue la sua Sarca fino alle terre del Po, riuscendo ad esprimere il suo genio plastico dapprima nella bottega di famiglia nella città di Mantova, per poi approdare alla corte munifica di Ranuccio II Farnese, duca di Parma e Piacenza, al cui servizio rimane per cinque anni (1677-1681). Del soggiorno farnesiano rimangono le opere più significative, le statue lignee presso la basilica di Santa Maria della Steccata, dove espressione e movimento sono un tutt'uno, secondo la lezione della teatralità barocca, e la splendida "Annunciazione" presso le collezioni della Galleria Nazionale di Parma.


Un doveroso omaggio del Mistero dei Monti ad un grande artista, perlopiù sconosciuto, e a tutti gli uomini che dello spirito della montagna si sono fatti ambasciatori creativi e generosi.


L'edizione numero diciotto del festival porta il nome "L'arte della discesa. Fluitazioni" a dimostrazione che la cultura fluisce e continua il suo corso trasportando pensiero e conoscenza. Gli incontri-conferenza proseguiranno fino al 13 agosto con importanti testimoni del nostro tempo: ricercatori e divulgatori scientifici, filosofi e storici, alpinisti e botanici, medici ed esperti d'arte che presenteranno punti di vista e pensieri sui temi del passato, del presente e del futuro.


Nel rispetto della normativa sul Covid-19, l'accesso alle conferenze sarà come sempre gratuito, ma con posti  limitati e obbligo di prenotazione. 

Le modalità di accesso sono le seguenti: nelle giornate delle conferenze, dalle 15.00 alle 17.00, verranno distribuiti i biglietti gratuiti che varranno come posto a sedere, contestualmente sarà consegnato il modulo dell'autodichiarazione Covid-19 da riconsegnare prima dell'ingresso nelle sale. I biglietti saranno distribuiti presso l'ingresso dell'hotel Des Alpes a Madonna di Campiglio.

Per chi avrà prenotato il posto, l'ingresso in sala sarà consentito dalle 16.45 alle 17.15, previa consegna del biglietto di prenotazione e dell'autodichiarazione Covid-19. 
Oltre le 17.15 il posto prenotato non sarà più garantito.

Sono inoltre obbligatori (come in tutti gli spazi chiusi), il rispetto della distanza di sicurezza di almeno 1 metro dalle altre persone presenti e l'utilizzo della mascherina per tutta la durata della conferenza. (SD)


Per ulteriori informazioni e per il programma completo clicca qui  
www.campigliodolomiti.it



 

 

L’arte della discesa. Fluitazioni” è il titolo della diciottesima edizione del “Mistero dei Monti” che propone da domani (sabato 31 luglio) al 13 agosto 2020, presso il Salone Hofer a Madonna di Campiglio (con un appuntamento a Pinzolo e uno sul Monte Spinale), 11 incontri con importanti testimoni del nostro tempo: ricercatori e divulgatori scientifici, filosofi e storici, alpinisti e botanici, medici ed esperti d’arte che presenteranno punti di vista e pensieri sui temi del passato, del presente e del futuro.

La cultura fluisce e continua il suo corso trasportando pensiero e conoscenza. Gli incontri di quest’anno del Festival d’alta quota “Mistero dei Monti” – spiega Roberta Bonazza che ha ideato il progetto e lo cura, da quasi vent’anni, con Giacomo Bonazza, su iniziativa dell’Azienda per il Turismo Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena – raccontano il tema della discesa. L’immagine delle antiche fluitazioni, del discendere dei tronchi di legno e dei massi erratici lungo i corsi d’acqua, dai monti alla pianura, conduce la riflessione del Festival. Un movimento, un cascare, un galleggiare, un traghettare valori dal reale al metaforico, per un’edizione dove il fluire resiliente è d’obbligo”.

Il programma debutta domani (ore 17.30, Salone Hofer) con Mario Tozzi, primo ricercatore al Cnr e divulgatore scientifico, che interverrà sul tema “Uomo Sapiens. Pianeta Dolens”. Poi, domenica 2 agosto, ci si trasferisce a Pinzolo (ore 17.30, Paladolomiti) per ascoltare l’alpinista Simone Moro che affronterà l’argomento “I sogni non sono in discesa. Storie Alpinistiche”. Lunedì 3 agosto (ore 17.30, Salone Hofer) si ritorna a Campiglio dove il protagonista del terzo incontro dell’edizione 2020 del Festival sarà Ernst Bromeis, nuotatore elvetico protagonista di alcune straordinarie discese di fiumi (il Reno, dalle sorgenti ticinesi al Mare del Nord, per citarne una) con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza dell’acqua, diritto umano universale.

Discendere il fiume. A nuoto”, il leitmotiv della sua testimonianza. Poi, si passa al 4 agosto (ore 17.30, Salone Hofer) con Alberto Zangrillo (Primario dell’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione Generale e Referente Direzionale Aree Cliniche dell’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano) che, insieme a Marco Elefanti (Direttore Generale della Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma) e Francesco Landi, direttore Uoc Riabilitazione e Medicina Fisica del Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS, affronterà il tema più attuale, complesso e drammatico del momento: “Covid-19. Discesa sul campo”. Mercoledì 5 agosto (ore 17.30, Salone Hofer) la storica dell’arte parmense Nicoletta Agazzi svelerà il profilo di un grande artista sconosciuto a molti: Lorenzo Haili (1643-1702) talentuoso intagliatore della Val Rendena emigrato a Mantova e poi alla corte di Ranuccio II Farnese, duca di Parma e Piacenza, al cui servizio ha realizzato le sue opere lignee più significative.

Si prosegue, domenica 9 agosto (ore 17.30, Salone Hofer), con il teologo Vito Mancuso. “La discesa interiore. Coraggio e paura” il tema affidato al suo intervento. Lunedì 10 agosto (ore 17.30, Salone Hofer) è invece programmato l’incontro “Un fiume di legno. Storiche fluitazioni” con lo storico Ugo Pistoia e lo studioso di storia del territorio e del paesaggio Gianfranco Bettega che racconteranno l’antica pratica del trasporto di legname in tronchi galleggianti dal Trentino a Venezia tra XV e XX secolo. Gli attenti e appassionati ricercatori della storia locale Paolo Luconi Bisti ed Ennio Lappi, martedì 11 agosto (ore 17.30, Salone Hofer) racconteranno vita, vicende e opere di Franz Joseph Oesterreicher, l’antesignano del turismo in Trentino che hanno descritto, a conclusione di una minuziosa ricerca, in nuovo libro scritto a quattro mani. Penultimo appuntamento, mercoledì 12 agosto (sempre ore 17.30, Salone Hofer), con l’immancabile amico del “Mistero dei Monti” Flavio Caroli. “Da Van Eyck a Kiefer. Fluitazioni d’arte” nell’arte europea l’argomento della sua relazione in questa edizione, anticipazione di alcune perle raccolte nel suo ultimo libro “La grande corsa dell’arte europea, viaggio nella bellezza da Van Eyck a Kiefer”. Infine, giovedì 13 agosto (ore 17.30, Salone Hofer), chiude il calendario lo scrittore e giornalista Marco Albino Ferrari che presenterà il suo nuovo libro “Mia sconosciuta”.

E c’è, anche quest’anno, l’appuntamento con l’esperienza. Sarà il botanico della Fondazione Museo Civico Rovereto Alessio Bertolli, giovedì 6 agosto al Monte Spinale (dalle 10.00), a guidare la passeggiata alla scoperta delle 50 specie di fiori più caratteristici e rappresentativi delle Dolomiti di Brenta e degli altri 8 sistemi del Bene Dolomiti – Patrimonio dell’Umanità Unesco.

IMPORTANTE: nel rispetto della normativa sul Covid-19, l’accesso alle conferenze sarà come sempre gratuito, ma con posti limitati e obbligo di prenotazione.

Le modalità di accesso sono le seguenti: nelle giornate delle conferenze, dalle 15.00 alle 17.00, verranno distribuiti i biglietti gratuiti che varranno come posto a sedere, contestualmente sarà consegnato il modulo dell’autodichiarazione Covid-19 da riconsegnare prima dell’ingresso nelle sale. I biglietti saranno distribuiti: presso l’ingresso dell’hotel Des Alpes a Madonna di Campiglio (per gli appuntamenti del Salone Hofer) e presso l’ingresso del Paladolomiti a Pinzolo (per l’appuntamento del 02.08).

Per chi avrà prenotato il posto, l’ingresso in sala sarà consentito dalle 16.45 alle 17.15, previa consegna del biglietto di prenotazione e dell’autodichiarazione Covid-19. Oltre le 17.15 il posto prenotato non sarà più garantito.

Sono inoltre obbligatori (come in tutti gli spazi chiusi), il rispetto della distanza di sicurezza di almeno 1 metro dalle altre persone presenti e l’utilizzo della mascherina per tutta la durata della conferenza. (AV)

 

 

 

MADONNA DI CAMPIGLIO – È stata riaperta lo scorso 18 luglio e presentata ufficialmente agli amici, ai clienti, agli ospiti e a chi ama le cose belle e preziose, il sabato successivo. Il riferimento è all'attesa inaugurazione della nuova gioielleria-orologeria Stedile che si è nuovamente affacciata sul centro di Madonna di Campiglio con le sue peculiari caratteristiche risultato dell'unione tra tradizione, esclusività delle proposte – gioielli unici e di gran classe, ideali per ogni tipo di occasione – e attenzione verso il cliente. Se la “perla” ai piedi delle Dolomiti di Brenta si distingue anche per la ricercatezza e la qualità dello shopping, lo deve a negozi come questo e a commercianti come la famiglia Stedile che periodicamente investono, innovano, migliorano, cambiano. In passato con il fondatore Giuliano Stedile, oggi con il figlio Roberto affiancato dalla gentile presenza della mamma Palmira e supportato da uno staff molto preparato, la gioielleria-orologeria di viale Dolomiti di Brenta si conferma luogo di stile e raffinatezza. Di pochi anni fa è la realizzazione di uno spazio interno dedicato agli orologi Rolex che ha permesso a Stedile di diventare uno tra gli esclusivi shop Rolex & Tudor presenti nel mondo, i soli a poter vendere orologi di questo prestigioso brand e a poterne effettuare la manutenzione.

Il nuovo progetto ha cominciato a delinearsi nell'autunno 2019 – racconta con una nota d'emozione Roberto Stedile – quando con Bruno e Alessandro (Martini Mobili Campiglio) abbiamo cominciato a ragionare sulle prime idee e poi a dare loro una forma sempre più definitiva. I lavori avrebbero dovuto iniziare dopo Pasqua, ma poi il dramma dell'emergenza sanitaria e il lockdown si sono presentati come un imprevisto inaspettato e di gran peso”. Niente ripensamenti, però. Roberto, con coraggio, ha confermato il progetto e appena è stato possibile ha cominciato a smontare il negozio “vecchio”. “Durante i lavori, che hanno occupato 3 mesi interi – prosegue il proprietario – ho conosciuto professionisti di prim'ordine, una famiglia di persone straordinarie che hanno lavorato con grande attenzione per curare al meglio ogni più piccolo dettaglio. Per questo motivo ho voluto questa inaugurazione, che definirei atipica, con gli invitati più importanti che non sono i clienti top, ma gli artigiani, i nostri artigiani (Martini Mobili Campiglio, Bruno Stablum-Falegname, Troggio Graniti e Vetreria Benedetti), coloro che hanno lavorato mettendo in campo esperienza e competenze per creare il nuovo negozio”.

Gli spazi interni sono stati ridisegnati e rivestiti in legno. Lo stile è contemporaneo, minimalista, ma il materiale scelto per vestire la nuova boutique evoca il ricordo del bosco e della natura. Nelle vetrine, attentamente studiate anche dal punto di vista tecnologico, risaltano i ripiani espositivi in granito nero.

Famiglia Stedile al completo, autorità schierate, artigiani orgogliosamente presenti, clienti e amici a disegnare un abbraccio all'esterno della boutique. Il taglio del nastro rosso teso all'ingresso non può mancare e ufficializza l'inaugurazione. Poi, per tutti i presenti, a piccoli gruppi in rispetto delle normative anti Covid-19, è un tuffo nel prezioso luccichio di gioielli e orologi presentati un una location da sogno.

 

 

CAMPIGLIO&PINZOLO: Dopo una buona partenza di stagione, ecco l'informativa completa del piano per l'estate. Non solo un programma nel rispetto delle normative Covid, ma anche tante proposte nuove: dalle giornate “green”, alla mobilità, alle prenotazioni online.

 

Nell’estate del post Coronavirus, a Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena, per iniziativa dell’Azienda per il Turismo, sono state introdotte proposte alternative per garantire una vacanza sicura, non solo applicando a regola d’arte norme e direttive sulla salute, ma costruendo opportunità nuove e cucite su misura dell’ospite, baricentro di una proposta turistica che si rinnova. Si è investito su nuove modalità di fruizione del territorio per garantire una vivibilità aumentata, mettendo in campo 100 esperienze a settimana, esperienze uniche, da vivere in sicurezza, singolarmente o insieme a pochi. Si tratta di nuove idee, nuovi modelli, un laboratorio vivo e innovativo per non perdere la preziosa occasione di trasformare la crisi di oggi in nuove opportunità per il nostro domani. Il calendario delle esperienze, molto apprezzato, ha debuttato con successo il primo luglio e continuerà per tutto agosto e fino a settembre. La mobilità, rinnovata con servizi digitali e trasporti personalizzati, comprende anche le giornate “Green day”, sei appuntamenti sperimentali “zero traffico” programmati in Val Genova e Vallesinella. Dalle 10 alle 16 i mezzi a motore non potranno né entrare né uscire. Le due valli alpine torneranno silenziose e saranno percorribili solo a piedi o in bicicletta.



Le nuove esperienze.

Cancellati eventi consueti e gare sportive ad alto rischio di assembramento, il tradizionale calendario delle manifestazioni estive è stato rimodulato rispetto agli anni passati, studiando e organizzando iniziative di carattere esperienziale.

Le top experience in programma sono: “Di prato in pranzo” (tutti i martedì dal 7 luglio al 25 agosto), esperienza dedicata al foraging, con passeggiata nei prati guidata da Noris Cunaccia e degustazione delle erbe selvatiche. In occasione di alcune uscite è prevista la presenza dello chef Alfio Ghezzi. “Colazioni sull’erba”, gustose colazioni in prati sempre diversi e facilmente raggiungibili della Val Rendena, alle 10.30 di tutti i mercoledì, fino al 9 settembre, in collaborazione con le Pro loco della Val Rendena. “Polenter chef” (tutti i giovedì dal 16 luglio al 10 settembre), esperienza rivolta a chi desidera imparare i segreti per fare una polenta perfetta, insieme agli esperti “polenter” della Val Rendena, in collaborazione con gli Alpini di Madonna di Campiglio, Spiazzo e Pelugo e la presenza di Agri ‘90; “Riveder le stelle” (tutti i venerdì dal 3 luglio al 28 agosto), un’indimenticabile notte in bivacco sotto il cielo delle Dolomiti di Brenta, in piena sicurezza grazie all’accompagnamento di una guida alpina; “Oh mia bella mora” (venerdì 28 agosto, 4 e 11 settembre), esperienza per conoscere da vicino la produzione del formaggio e dei latticini, insieme agli allevatori e agli esperti casari delle aziende agricole Slow Food; infine “Albe in Malga” l’11 e 25 luglio, l’8 e il 22 agosto per vivere l’inizio del giorno come un vero malgaro e gustare una ricca colazione con i prodotti di malga.



Modalità di acquisto e prenotazioni

Tutte le esperienza sono acquistabili online su www.campigliodolomiti.it/esperienze. Informazioni con Apt info-live: tutti i giorni dalle 8.30 alle 22.00 in live chat dal sito campigliodolomiti.it, tramite il numero whatsapp 0465 447502 e il numero di telefono 0465 447501.

Servizio Info Live

Si chiama Apt info live la nuova organizzazione dell’informazione ai turisti presso i front office dell’Azienda per il Turismo nell’estate 2020.
Fino al 13 settembre si sperimenteranno nuove modalità di accoglienza all'Ospite con lo staff di Apt a completa disposizione in un orario molto ampio: tutti i giorni dalle 8.30 fino alle 22.00 attraverso canali informativi “non tradizionali”: la
live chat (con la possibilità di attivare una video chat) dalla homepage del sito web aziendale www.campigliodolomiti.it: il telefono: 0465 447501 e 0465 501007; whatsapp: 0465 447502. I nuovi canali messi a disposizione, come la video chat e whatsapp, garantiscono un'assistenza personalizzata, in tempo reale e ovunque si trovi l'ospite.
A Madonna di Campiglio e Pinzolo gli uffici sono chiusi al pubblico ed è allestito uno sportello informazioni affacciato all'esterno con i seguenti orari: Madonna di Campiglio (8.30-12.30 e 14.30-18.30), Sant'Antonio di Mavignola (14.30-18.30), Pinzolo (8.30-12.30 e 14.30-18.30) e Javrè (8.30-12.30).
Il materiale informativo a disposizione dell’ospite è tutto scaricabile da www.campigliodolomiti.it e consegnato solo su richiesta, come previsto dalle disposizioni per il contenimento Covid-19. Tutte le novità e i prodotti/servizi principali della della destinazione sono illustrati nella nuova pubblicazione "Pronti. Dolomiti. Via", il vademecum su come vivere la vacanza a Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena nell’estate 2020.

 

Le novità nella mobilità.

L’estate 2020 sarà una nuova estate, da tanti punti di vista compreso quello della mobilità che si presenterà agli ospiti completamente rinnovata. Il motivo non sono solo le misure per il contenimento del Covid-19, ma anche l’opportunità di cogliere dalla ripartenza l’occasione per sperimentare nuovi modi di accesso alle valli alpine e garantire ai turisti una vivibilità aumentata.

Il progetto di sistema, con l’obiettivo di impostare una mobilità sempre più green, è stato studiato dall’Azienda per il Turismo Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena insieme al Parco Naturale Adamello Brenta che considerano la mobilità sostenibile un’opportunità strategica per il futuro della destinazione. Fondamentale è stato anche l’appoggio ricevuto dai comuni e dagli enti di uso civico proprietari del territorio.

Val Genova e Vallesinella, insieme a Patascoss-Ritorto e a Campo Carlo Magno, sono le valli e le aree dove, dal 4 luglio al 6 settembre, saranno sperimentati nuovi modi di muoversi.

Verranno promosse il più possibile la mobilità attiva, a piedi e in bicicletta, e la mobilità condivisa attraverso l’attivazione di un servizio di “taxi” e minivan (da 9, 20 e 30 posti) che coinvolge l’imprenditoria privata locale dei noleggi con conducente (Ncc).

Cosa non ci sarà più a causa delle misure anti Covid-19? I bus navetta e i trenini che tradizionalmente trasportavano gli ospiti dalla Val Rendena e da Madonna di Campiglio all’interno delle valli del Parco Naturale Adamello Brenta.

Cosa ci sarà di nuovo? Principalmente quattro novità: la prenotazione obbligatoria con pagamento on line dei parcheggi; l’introduzione di un sistema di mobilità complementare costituito da “taxi” e minivan, anche in questo caso con prenotazione obbligatoria (attraverso campigliodolomiti.it e pnab.it); la possibilità di usufruire di un servizio di e-mobility con noleggio di e-bike in alternativa all’utilizzo dell’automobile; il noleggio, per una o mezza giornata, di golf car “emissioni zero” per muoversi in modo sostenibile nel centro di Campiglio.

La mobilità complementare.

Il servizio di mobilità complementare, attivo tutti i giorni dalle 8.30 alle 18.30, prevede la prenotazione obbligatoria e il pagamento online (tecnologicamente sviluppati dall’azienda trentina OpenMove), anche in tempo reale, tramite i siti web campigliodolomiti.it e pnab.it. La strada imboccata dall’Azienda per il Turismo è quella di offrire un servizio progressivamente più personalizzato, cominciando dall’orario che già da luglio potrà essere scelto dall’ospite. Una volta effettuata la prenotazione, l’utente riceverà la notifica di conferma servizio con indicazione dell’orario di pick up e del punto di raccolta insieme al biglietto. Le tratte disponibili sono: Campiglio-Vallesinella, Vallesinella-Campiglio, Vallesinella-Campo Carlo Magno (in questa tratta servizio attivo dalle 14.30 alle 18.30), Campiglio-Patascoss, Patascoss-Campiglio. Per quanto riguarda la Val Genova le tratte sono le seguenti: Pinzolo (Genzianella, Funivie e Carisolo-municipio) - Ponte Maria a/r con possibilità di selezionare le fermate intermedie di Ponte Verde e Ponte delle Trincee. Ponte Maria - Malga Bedole a/r con possibilità di selezionare le fermate intermedie di loc. Ragada e Caret. Pinzolo - Malga Bedole: una corsa diretta al mattino nella fascia oraria 8.30-9.30 al costo di € 10,00. Malga Bedole - Pinzolo: una corsa diretta al pomeriggio nella fascia oraria 17.30-18.30 al costo di € 10,00. Per tutte le altre tratte la tariffa è di 5 euro a tratta per persona e le corse potranno essere condivise tra più persone nel rispetto delle normative anti Covid-19.

 

Le giornate “Green day”.

Faranno inoltre il loro debutto le Green day: 2 giornate in Val Genova (mercoledì 29 luglio e mercoledì 12 agosto) e 3 in Vallesinella (mercoledì 22 luglio, mercoledì 5 e 19 agosto) a “zero traffico”.

In questa giornata, una volta entrati in valle (entro le 10.00 massimo), non sarà più possibile riprendere l'auto fino alle 16.00. Ci si muoverà solo a piedi e in bicicletta con la possibilità di partecipare a un calendario di attività di scoperta dell’ambiente.

Durante la giornata sarà possibile partecipare ad attività di scoperta dell’ambiente tra le quali le rappresentazioni teatrali delle “Sorprendenti apparizioni” curate da Roberta Bonazza e, a Vallesinella, “PARtiCOlari”: con l’aiuto di un mappa tematica si scopriranno alcuni scorci di paesaggio di questa splendida valle. Attività gratuita e senza necessità di prenotazione.

 

Particolarità in Val Genova, Patascoss e Ritorto, impianti a fune

In Val Genova si potrà entrare in auto tutti i giorni, dalle 8.30 alle 18.30, solo dopo aver prenotato e pagato online il parcheggio, oppure utilizzando il sistema di mobilità complementare, a piedi e in bicicletta. Lo stesso metodo sarà valido a Vallesinella, dalle 6.30 alle 18.30, con chiusura all’ingresso delle automobili private a partire dalle 10.00 fino alle 16.00. Per una gestione ottimale dei mezzi in entrata e in uscita è previsto, a Vallesinella, il senso unico alternato coordinato dal personale del Parco. Per i residenti nei comuni proprietari delle aree del Parco in Val Genova e Vallesinella, il posto auto sarà gratuito con pass rilasciato dal Comune.

A Madonna di Campiglio, nella zona di Patascoss, dal 4 luglio al 6 settembre, nell’orario 9-18, l’accesso ai parcheggi a pagamento avverrà come l’anno passato (nessuna prenotazione, pagamento con parchimetro). Il trenino non ci sarà e malga Ritorto sarà raggiungibile solo a piedi, in bicicletta oppure a bordo di una suggestiva carrozza.

Sul fronte degli impianti a fune, da fine giugno a metà luglio sono stati aperti, sia a Pinzolo che a Campiglio, gli impianti dedicati alla mobilità estiva e all’accesso alla montagna, ai rifugi, alle passeggiate più suggestive e ai trekking più emozionanti. A Campiglio sono dunque la cabinovia Grostè, Pradalago, 5 Laghi e Spinale. A Pinzolo, la telecabina Pinzolo-Prà Rodont e la seggiovia Prà Rodont-Doss.

L’apertura degli impianti, sia a Campiglio che a Pinzolo, è prevista fino al 6 settembre.



Come prenotare: tickets parcheggi ONLINE

I tickets dei parcheggi in Val Genova e in Vallesinella si prenotano e acquistano dai siti web campigliodolomiti.it e pnab.it. Le mini-navette della mobilità complementare da campigliodolomiti.it.

Il Parco Naturale Adamello Brenta ha messo a disposizione un numero di telefono dedicato “Info Mobility 2020”, 0465 846190, attivo fino al 6 settembre con i seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 17.00. Sabato e domenica dalle 8.00 alle 12.00. 

 



More Articles ...