25
Sat, Jun

 

PORTE DI RENDENA. Una serie di lavori pubblici è in corso a Porte di Rendena. Col sindaco Enrico Pellegrini facciamo una rapida carrellata. Stanno proseguendo gli interventi al municipio a Villa Rendena: siamo alle finiture finali di quella che diventerà la nuova sede del Comune. Sono già stati montati i serramenti e si sta procedendo alla posa delle piastrelle. È inoltre già completato il parcheggio adiacente all’edificio.

 

 

Sul punto info a Javrè è stata fatta una variante per modificare la modalità di esecuzione del lavoro. In questo momento sono in fase di produzione i pannelli prefabbricati che serviranno alla costruzione. È ragionevole prevedere che i lavori inizieranno nel mese di giugno. Sono invece pressoché ultimati i lavori al cimitero di Javrè, dove sono state apportate diverse migliorie tra cui la costruzione dei loculi.

 

Per quanto riguarda l’edificio presente alla strettoia, i lavori sono a buon punto e prevedevano la demolizione e la realizzazione di nuovo arredo urbano. L’intervento è in carico alla Comunità di valle e, in questi giorni, il Comune ha chiesto di potersi occupare dell’arredo urbano e dell’illuminazione. Intanto proseguono i lavori per l’efficientamento del sistema di illuminazione pubblica: la ditta è al lavoro in via Ronchi a Vigo e, terminato qui, si sposterà in via Masere a Javrè.

 

Sono state ottenute tutte le autorizzazioni per la creazione del nuovo svincolo all’ingresso nord dell’abitato di Vigo, ora si dovrà procedere alla redazione del progetto esecutivo a cui poi seguiranno gli appalti.

 

Quanto al bicigrill, erano in programma alcune migliorie. Purtroppo i tempi si sono allungati ed essendo ormai già l’inizio della stagione turistica estiva, in accordo coi gestori, si è scelto di portare al prossimo autunno l’inizio dei lavori. Sempre in tema biciclette, sono ripartiti i lavori per il tratto ciclabile tra Javrè e Darè, lungo il Sarca: un intervento per eliminare il problema del traffico promiscuo lungo la “strada bassa”. Un’interruzione dei lavori si è resa necessaria perché si è deciso di eseguire una variante a un tratto del percorso; il cantiere è ripreso la settimana scorsa. Quest’opera è in capo alla Comunità di valle.

 

Al municipio di Vigo sono state rimosse tutte le lastre in porfido che formavano una parete ventilata e risultavano pericolose perché tendevano a staccarsi: al loro posto si realizzerà il cappotto termico. Si stanno effettuando anche alcuni interventi puntuali per riparare l’asfaltatura in diversi luoghi dell’abitato. È al vaglio del Comune il progetto preliminare per la realizzazione di alcuni parcheggi nei pressi del centro scolastico di Darè.

 

Infine il sindaco ricorda che: «Anche a Porte di Rendena si riscontra la presenza del poligono del Giappone, pianta infestante sulla quale è molto difficile intervenire. Chiedo a tutti di prestare particolare attenzione nelle operazioni di sfalcio e movimento terra, per limitare al massimo le occasioni di diffusione della specie».

 

PORTE DI RENDENA. Musica e sport sono stati l’occasione per una grande festa: dedicata ai giovani e durata un intero weekend. Sabato scorso, infatti, le “bandine” delle Giudicarie si sono ritrovate al centro scolastico di Porte di Rendena per “Giovani in musica”: ben 130 ragazzi per 10 diverse bande giovanili che, dopo le esibizioni di ogni gruppo, hanno proposto anche 3 brani eseguiti tutti assieme. La domenica, poi, c’è stata la DoloMini: gara di bici che ha coinvolto circa 200 ragazzi tra i 7 e i 14 anni e si è svolta al Bicigrill.

 

 

Come spiega l’assessore comunale all’ambiente e valorizzazione territoriale, Walter Dalbon: «Abbiamo voluto proporre eventi orientati all’aggregazione, usando come “veicoli” lo sport e la musica. Finalmente possiamo ricominciare a far incontrare le persone ed era fondamentale partire proprio dai più giovani. Inoltre, in senso più ampio, promuoviamo la cura della salute attraverso lo sport e la cultura attraverso la musica. Altrettanto importante, abbiamo creato un’occasione per far conoscere il territorio e per far passare alle persone un po’ di tempo all’aperto».

 

A collaborare col Comune nella due giorni di eventi sono stati, per il sabato, il Corpo musicale di Vigo Darè (principale organizzatore dell'edizione di Giovani in musica quest'anno) insieme alla scuola musicale e alle bande giovanili coinvolte; per la domenica Asd Dolomitica Sport Trentino, Pro Loco di Vigo Rendena, oltre, ovviamente, a tutte le società sportive.

 

 

PORTE DI RENDENA. L’assemblea straordinaria dei Vigili del fuoco volontari di Villa Rendena, che si è svolta domenica scorsa, è stata l’occasione per un grande abbraccio collettivo a Guido Zamboni che, compiuti i 60 anni, ha concluso il suo impegno attivo nel corpo di cui, per tanto tempo, è stato vice comandante. Ha ricevuto il ringraziamento dell’amministrazione comunale e di tutti gli amici volontari che, per l’occasione, gli hanno donato una targa che ricorda tutti i suoi meriti. A raccogliere il testimone nel ruolo di vice comandante è Riccardo Valentini, che dunque affiancherà il comandante Gabriele Madaschi. Sono stati nominati anche i due nuovi capisquadra: si tratta di Matteo Madaschi e di Manuel Valentini.

 

 

 

Il sindaco Enrico Pellegrini, intervenuto nel corso della serata, ha ricordato l’importanza della presenza dei Vigili del fuoco volontari sul territorio. «È un gruppo compatto e affiatato, capace di rispondere efficacemente a tutte le esigenze che si presentano. Mi piace far notare che la gran parte degli attuali effettivi ha fatto il percorso nel gruppo allievi, che quest’anno si avvicina ai 20 anni di attività e che, dunque, mostra la sua capacità di attirare, coinvolgere e formare i giovani, dando continuità al lavoro dei pompieri.

Concludo dicendo che qui parliamo sì di volontari, ma abbiamo di fronte persone che esprimono grandissime professionalità: per maneggiare strumentazioni complesse, per la continua innovazione dei materiali, per fronteggiare situazioni molto diverse e anche pericolose, per garantire una copertura costante alla sicurezza del territorio».

 

A Porte di Rendena sono operativi due corpi di Vigili del fuoco volontari: oltre a quello di Villa Rendena di cui si è detto sopra, c’è infatti quello di Daré Vigo. Le due realtà lavorano spesso in sinergia sia per le manovre di addestramento sia per gli interventi.

 

 

PORTE DI RENDENA. Quasi duecento tra ragazze e ragazzi hanno partecipato, nella mattinata di ieri, alla gara di mtb riservata ai Giovanissimi tesserati FCI, seconda tappa del Trentino MTB Kids Challenge, tenutasi sul nuovo tracciato al Bicigrill di Porte di Rendena.

 

La manifestazione, organizzata dalla Dolomitica Sport Trentino in collaborazione con la Pro Loco di Vigo Rendena e il Comune di Porte di Rendena, preannuncia il massimo evento della stagione legato alle due ruote in Val Rendena: l’8° edizione della Dolomitica Brenta Bike che quest’anno ospiterà i Campionati del Mondo delle categorie Mtb Masters.

 

 

Nella mattinata di ieri, domenica 22 maggio, presso il Bici Grill di Porte di Rendena si è corsa la DoloMini, gara di mtb riservata alle categorie Giovanissimi FCI (G1 - G6), seconda tappa del Trentino MTB Kids Challenge. Quest’anno, la “mini” della prestigiosa Dolomitica Brenta Bike di Pinzolo che dal 24 al 26 giugno ospiterà centinaia di atleti da tutto il mondo per l’UCI Marathon Masters World Championships, ha proposto alle giovani promesse delle ruote grasse, un tracciato completamente nuovo, disegnato nella natura presso il Bici Grill a Porte di Rendena. Un percorso "da campioni" per un divertimento "da grandi".L’organizzatore, la Dolomitica Sport Trentino, con la preziosa collaborazione della Pro Loco Vigo Rendena e del Comune di Porte di Rendena, ha preparato un percorso cross country su sterrato e manto erboso, con saliscendi di difficoltà, dislivello e lunghezza differenti in base alla categoria, da ripetere più volte.

 

Sul nuovo tracciato di Porte di Rendena, nel cuore della valle verde, paradiso dei bikers, sono arrivati, insieme ai rispettivi accompagnatori, società ciclistiche, familiari e amici, circa 200 atleti. In verità, come tutte le tappe del Trentino MTB Kids Challenge, anche la DoloMini, più che una gara, si è rivelata una grande festa dedicata a chi sa vivere lo sport, anche a livello agonistico, con lo spirito giusto. Tanto che il momento più emozionante, è stata la premiazione delle squadre partecipanti, una vera e propria festa con musica, cori, dolciumi a volontà e le immancabili medaglie, premiazione che ha seguito un momento conviviale per tutti preparato dalla Pro Loco Vigo Rendena.

 

Visibilmente soddisfatto l’assessore del comune di Porte Rendena, Walter Dalbon: “Siamo veramente molto contenti che questo nostro fazzoletto di territorio, immerso in una natura di cui siamo tanto orgogliosi, sia stato teatro oggi di una festa così bella e che abbia fatto conoscere, grazie proprio allo sport e ai ragazzi, una parte della Val Rendena forse ancora non così nota”.

 

Orgoglio espresso anche dal presidente della Dolomitica Sport Trentino, Michele Maturi: “Un ringraziamento va a chi ha collaborato a questa iniziativa e un plauso alla location che si presta in modo ideale all’organizzazione di eventi come questi che hanno la bontà di coinvolgere intere famiglie nel segno e nell’insegnamento dello sport. Grazie anche agli sponsor che ci sostengono in queste manifestazioni che realizziamo insieme con grande passione per e con la comunità”.

 

Solo per la cronaca, le prime tre società classificate all’edizione 2022 della Dolomini sono nell’ordine: Polisportiva Oltrefersina, S.C. Avio e ASD Monticelli Bike. Prima società classificata per numero di partenti, Polisportiva Oltrefersina. Prossimo appuntamento e terza tappa del Trentino MTB Kids Challenge, domenica 5 giugno a Pergine Valsugana.

 

More Articles ...