12
Wed, Aug

Sono stati resi definitivi in queste ore i risultati di “Facciamo EcoScuola”, l’iniziativa a sostegno della scuola pubblica italiana promossa e finanziata dal M5S grazie alle restituzioni dei suoi parlamentari (oltre 3 milioni di euro) e a quelle dei consiglieri eletti nel Lazio, in Emilia Romagna, Basilicata, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Trentino-Alto Adige e Sardegna (circa 300 mila euro).

A livello nazionale i progetti scolastici finanziati sono stati in totale 202.

Per quel che riguarda il Trentino Alto Adige gli istituti scolastici premiati sono stati 6 che hanno potuto beneficiare di 57.995,74 euro messi a disposizione dalle restituzioni parlamentari del M5S alle quali si sono aggiunti ulteriori 10.000 euro, derivanti dalle mie restituzioni.

Questo il dettaglio delle scuole premiate in Trentino Alto Adige (NB.il progetto ArteEco’ Agenda 2030 è stato ritirato e il finanziamento è stato assegnato al successivo in ordine di preferenze):

  • L’Istituto Comprensivo “Merano II – Galilei” di Merano, che ha presentato il progetto di rigenerazione degli spazi scolastici “Coltiviamo quello che mangiamo”, finanziato con 10 mila euro.

  • La Scuola Primaria “Vittorino da Feltre” di Borgo Valsugana il cui progetto di mobilità sostenibile “EcCo2 Piedibus” è stato finanziato con 9 mila euro.

  • L’Istituto di Istruzione “L.Guetti” di Tione di Trento ha presentato una proposta di riduzione dell’impronta ecologica denominato “Tanti piccoli passi per ridurre la nostra impronta sulla Terra”, finanziato col contributo massimo ottenibile di 20 mila euro.

  • La Scuola Media “Winkler” di Trento ha portato la proposta di riduzione dell’impronta ecologica “Agenda 2030 – Obiettivo 11” finanziata con 6.730 euro.

  • L’Istituto Tecnico Economico e Tecnologico “F. e G. Fontana” ha messo in campo interventi di messa in sicurezza dei locali scolastici denominati “Decibel – decibon”. Il finanziamento è stato di 13.480 euro.

  • Infine l’Istituto di Istruzione e Formazione Professionale “Pertini” di Trento ha presentato il progetto di riduzione dell’impronta ecologica denominato “Artigianato zero.zero” che è stato finanziato con 20 mila euro.

 

 

 

 

TIONE. Da Pinocchio a Bohemian Rhapsody, passando per I Me contro te: sono sei le pellicole che danno forma all’evento “tutto nuovo” organizzato in sinergia tra il Comune di Tione di Trento e il Coordinamento Teatrale Trentino, in collaborazione con il Consorzio per il Turismo Giudicarie Centrali, la Pro Loco di Tione e con la partecipazione delle Botteghe di Tione.

Si tratta di “Cinema Estate 2020”: una rassegna cinematografica all’aperto che si terrà tutti i mercoledì, dalle 21:15, presso il piazzale delle scuole elementari di Tione di Trento.
A dare il là alle proiezioni domani, mercoledì 22 luglio, sarà Pinocchio di Matteo Garrone.


«L’iniziativa - come sottolineano all’unisono i promotori - si pone l’obbiettivo di organizzare un momento di ritrovo socio culturale in un’estate dettata dalle limitazioni volte a contrastare la diffusione del Covid-19».

Divertimento dunque, ma all’insegna della sicurezza e quindi seguendo rigorosamente i protocolli sanitari a cui si aggiunge la partecipazione a numero chiuso e la prenotazione presso gli uffici del Consorzio per il Turismo.

Nemmeno il maltempo dovrebbe scongiurare la possibilità di partecipare alle serate: in caso di pioggia il film verrà proiettato il venerdì successivo.

Una proposta completata dalla partecipazione di bar e negozi. Ecco quindi che i locali pubblici aderenti* proporranno, dalle 18:00 alle 21:30, l’Apericinema - ovvero un aperitivo con degustazione di prodotti locali, all’interno dei bar stessi, al costo di € 5,00 - mentre le Botteghe di Tione daranno il via libera ad aperture straordinarie dalle 20:00 alle 21:30.

«La Rassegna “Cinema Estate a Tione” – sottolinea l’assessora comunale alla Cultura Maria Rita Alterio – si propone come un’occasione per vivere all’aperto e quindi con maggiore sicurezza una proposta culturale di svago per ritrovare una “nuova normalità” pur nel rispetto delle misure di prevenzione anti Covid-19».

Un’esperienza che, aggiunge l’assessora «si pone nell’ottica di un rilancio della socializzazione e del dialogo tra le persone, ma è anche un’opportunità per animare la vita della nostra comunità, insieme alle altre proposte di questa estate 2020».

Un’iniziativa importante dunque «fortemente voluta – conclude Alterio – sicuramente impegnativa dal punto di vista organizzativo, ma che ci auguriamo riscuota consenso e sia opportunità di svago ed incontro. Confidando anche in una certa “Fortuna metereologica”».

«Per la prima volta – le fa eco il direttore del Consorzio per il Turismo Giudicarie Centrali Redi Pollini – arriva a Tione il Cinema all’aperto o meglio il “cinema nel cortile”. Una bellissima rassegna cinematografica che si inserisce a pieno titolo nel contenitore delle “Family Experience”, promosso dal Consorzio. In quest’estate dove le iniziative sono limitate, causa la situazione sanitaria attuale, il cinema nel cortile vuole essere una risposta sicura ed organizzata per vivere, con tutta la famiglia, una bella emozione nelle calde serate».



Il calendario

Mercoledì 22 luglio 2020 Pinocchio di Matteo Garrone

Mercoledì 29 luglio 2020 Me contro te di Gianluca Leuzzi

Mercoledì 5 agosto 2020 Gli anni più belli di Gabriele Muccino

Mercoledì 12 agosto 2020 Bohemian Rhapsody di Bryan Singer

Mercoledì 19 agosto 2020 Un figlio di nome Erasmus di Alberto Ferrari

Mercoledì 26 agosto 2020 Odio l'estate di Massimo Venier



Il prezzo dei biglietti è € 5,00 intero e € 3,00 ridotto.

Per ulteriori informazioni e prenotazioni è possibile contattare il Consorzio per il Turismo Giudicarie Centrali telefonando allo 0465 323090 o scrivendo a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it..



*I bar aderenti all’Apericinema sono: bar Brevine, bar Happy Days, bar hotel Milano, bar Point, bar Stazione, bar 900, caffè al Corso, caffetteria Incontra.



 

Il vulcanico ed inossidabile Mario Antolini ha spento qualche giorno fa la sua centesima candelina e lo ha fatto al Centro Studi Judicaria in un evento tutto per lui. Mario, personaggio instancabilmente poliedrico nel settore culturale, è giornalista, scrittore, storico, ha ricoperto per anni incarichi nelle scuole delle Giudicarie e nelle cariche pubbliche del suo paese, Tione.

Fu tra i padri fondatori di Judicaria, che a tutt'oggi beneficia dei suoi contributi. All'evento hanno partecipato, oltre alla sua famiglia, le autorità comunali tionesi, l'amico giornalista Alberto Folgheraiter, i presidenti dei due B.I.M e della Comunità di Valle delle Giudicarie e membri del Direttivo di Judicaria, che lo hanno voluto festeggiare anche con la presentazione a sorpresa di un libro che raccoglie cento tra i molti aforismi che ogni giorno Mario scrive e condivide sul suo profilo Facebook. Un regalo che vuole essere da parte di Judicaria e di tutte le Giudicarie (e non solo) un grande grazie per la sua passione, il suo impegno e la sua grande disponibilità. Ancora tanti auguri Mario!!

 

TIONE. “ Da giorni sto inutilmente cercando di contattare l'Azienda sanitaria per potermi sottoporre a risonanza magnetica, ma all'altro capo del filo solo dei noiosi messaggi registrati che si esauriscono a metà chiaccherata”. A sostenerlo è Luigi Agnoli, un concittadino di Tione, peraltro molto conosciuto, provato e amareggiato; non gli è rimasto altro che inoltrare la propria insoddisfazione mediante uno scritto infilato con rabbia dentro la bussola delle lamentele della casa della salute.

Sono esasperato - chiosa - perchè tra priorità acquisite e ripetute interruzioni non si ottengono né contatti nè risposte. All'altra cornetta, quando va bene, ci si sente dire di tutto fuorchè una parola di riscontro su quanto si va chiedendo. Anzi, prevale l'intenzione di andare a pagamento pur di mettere un rattoppo ai propri acciacchi. Avanti di questo passo è più uitile contattare le realtà sanitarie bresciane, Gavardo compreso”.

Agnoli non se la prende con medici o personale infermieristico di Tione o di Trento, ma piuttosto chiama in causa la Signora Zanotelli, a cui fa riferimento la sanità trentina. Oltre a quest'ultima, anche a Maurizio Fugatti vanno le lamentele del Signor Agnoli; e come lui molti altri ad esternare malcontento e delusione.

Finora - aggiunge - avevo grande stima per il nostro servizio sanitario, ma ora qualche dubbio c'è e permane . Abbiamo delle eccellenze e comunque tempi accettabili per tante cose. Capisco e comprendo la difficoltà di molte persone nel trovare la via giusta per curarsi, per tenersi bene e pesare meno sulla collettività; ma se non abbiamo interlocutori, come si fa? Comprendo pure gli alti costi , che si rendono necessari per avere le eccellenze e prevenire; devo dire grazie a tutti gli screening e vaccini che la nostra sanità ci propone, ma perché levare il ticket di 1 euro sui farmaci? Quei soldi non potevano essere usati x potenziare il call center? “.

 

Agnoli, che assieme ad altri soci gestisce l'omonima l'agenzia funeraria, aggiunge e conclude. “ Ho incontrato dalle parti dell'ospedale un signore anziano che si lamentava che erano due giorni che tentava di contattare il call center per disdire una visita e non riusciva a parlare con l’addetto e quindi dovrà pagare la multa! Sono d’accordo sulla sanzione per non essersi ricordati della data, ma dateci il modo di poterlo fare “.

 

Le restrizioni e i protocolli di sicurezza legati all’emergenza Covid-19 non sono compatibili con un evento come Ecofiera. Per questo motivo il Comitato organizzatore dell’evento fieristico più importante delle Giudicarie ha deciso di annullare l’edizione 2020 di Ecofiera.

Una scelta sofferta presa nei giorni scorsi volta a tutelare la salute di visitatori ed espositori che viene chiarita nelle parole del Comitato organizzatore. 

 «Come saprete, da alcuni mesi, il nostro Paese sta attraversando un momento molto difficile a causa della diffusione del Coronavirus.  Le autorità governative e sanitarie nazionali hanno adottato, e continuano ad adottare, misure straordinarie per fronteggiare l’emergenza sanitaria.

Ad oggi restano sospesi gli eventi che implichino assembramenti in spazi chiusi o all'aperto quando non sia possibile assicurare il rispetto delle leggi vigenti.

Per questi motivi, è con estremo rammarico, che in seguito alle disposizioni emanate dai DPCM in relazione allo stato di crisi per il COVID-19 Coronavirus, siamo costretti a comunicare che la XXI° edizione dell’Ecofiera di Montagna, la più importante manifestazione dell’anno legata all’economia e all’ecologia dei territori di montagna, in programma a Tione di Trento dal 25 al 27 settembre 2020, è stata ANNULLATA  in queste ore dal Comitato Organizzatore , a causa della situazione attuale.

Poiché non è possibile sapere come si evolverà la pandemia globale di Coronavirus, cosa accadrà nei prossimi mesi, il Comitato Organizzatore ha valutato che la cancellazione dell’evento fosse l'unica linea di condotta responsabile da intraprendere per tutelare la salute di espositori e visitatori, ma anche per evitare le conseguenze economiche su partner e aziende nel caso in cui si fosse stati costretti a cancellare l'evento a ridosso della data.

A tutti gli affezionati espositori diamo appuntamento per il prossimo anno, con una fiera completamente rinnovata, con nuove idee e nuove iniziative e con un ricco programma di intrattenimento per un lungo week-end».

Proseguono le visite nei presidi ospedalieri: stamane il presidente Maurizio Fugatti, gli assessori Stefania Segnana e Mattia Gottardi hanno incontrato gli operatori sanitari dell'ospedale di Tione. Accompagnati dal dirigente generale del dipartimento salute e politiche sociali Giancarlo Ruscitti, dal direttore generale dell'Azienda sanitaria Paolo Bordon, dal direttore sanitario Pier Paolo Benetollo hanno voluto "ringraziare quanto fatto da tutti gli operatori ospedalieri per essere riusciti a far fronte all'emergenza Covid-19 in modo così efficace". Con loro il direttore medico degli ospedali di Tione e Arco Luca Fabbri. Il presidente Fugatti, sottolineando che "il Sistema sanitario trentino ha retto", ha confermato "l'impegno della Giunta nel proseguire con gli investimenti sanitari".

“Durante questi mesi vi siete dovuti riorganizzare in tutti gli ambiti per affrontare al meglio la pandemia. Questa visita è doverosa, ci teniamo dunque a ringraziarvi perché siete riusciti ad affrontare in pochissimo tempo l’emergenza e lo avete fatto nel migliore dei modi. Ancora adesso riceviamo messaggi molto positivi da parte della comunità, dei cittadini per il vostro operato, non solo dal punto di vista professionale, ma anche della carica emotiva e umana con cui avete assistito i pazienti che non potevano vedere i familiari", così l'assessore Stefania Segnana nel suo intervento che ha poi confermato "l'impegno continuo per i lavori di ristrutturazione dell’ospedale di Tione, lavori già iniziati e finanziati".

Il presidente Maurizio Fugatti intervenendo ha detto: "A fronte del lavoro che avete fatto rischiando anche del vostro, pensando agli sforzi che avete compiuto da ogni punto di vista e vedendo, in tante occasione, con quanta leggerezza e sottovalutazione le persone affrontano oggi la vita quotidiana, vi confermiamo il nostro impegno per continuare a tener alta la consapevolezza dei rischi che ci sono stati e che potrebbe ritornare e di coi che lavorate in prima linea. Continueremo a diffondere questo messaggio di attenzione e responsabilità che ci deve essere. Crediamo che il sistema sanitario trentino abbia retto pur nelle difficoltà che il Trentino ha avuto: siamo stati una provincia molto colpita, al di sopra della media, in alto nella classifica nazionale. Il sistema sanitario trentino ha retto grazie anche ai propri medici, alle proprie strutture, agli infermieri a tutte le categorie che lavorano all'interno degli ospedali, delle case di riposo e ha retto grazie ad una struttura sanitaria che ha una propria organizzazione territoriale. Gli sforzi fatti nei grandi centri ospedalieri sono stati del tutto proporzionali agli sforzi fatti negli ospedali di valle e di periferia. Quanto è accaduto è servito a rafforzare l'importanza degli ospedali di valle, solo una struttura sanitaria così organizzata e distribuita sul territorio ha saputo gestire al meglio questa situazione. In un'ottica di futuro, l'impegno che si deve prendere l'Azienda sanitaria e la Giunta provinciale va in questa direzione. Il Covid - sul tema del rafforzamento della sanità territoriale/di valle, con anche investimenti importanti - ci ha insegnato molto".

L'assessore agli enti locali e ai rapporti con il consiglio provinciale Mattia Gottardi, già sindaco di Tione, ha portato anche il ringraziamento del territorio ed ha espresso "il sentimento di riconoscenza e di orgoglio della gente locale per questa struttura. La vostra competenza e riorganizzazione durante la crisi epidemiologica è un valore aggiunto per questo ospedale che avete fatto riscoprire ai cittadini residenti".

"In ospedale cominciò tutto il 22 febbraio 2020...": sono le prime parole del diario di un'operatrice sanitaria dal reparto Covid di Tione, che non è un semplice resoconto di cronaca quotidiana del lavoro e dell'impegno straordinario che l'autrice e tanti suoi colleghi, assieme a infermieri, medici e tutto il personale ospedaliero, hanno profuso nell'affrontare questo periodo di emergenza.

Tra le righe affiorate giorno dopo giorno dalla penna di Luana Volpi, autrice di "Nella solitudine non siamo soli", emergono piuttosto testimonianze sincere e profondamente umane di quanti cercano nel modo migliore possibile di prendersi cura dell'altro, incrociando sguardi, lacrime e paure di chi deve combattere un nemico sconosciuto, lontano dagli affetti e con la vita stravolta dalla malattia.

Il diario, nato da un'esigenza personale di fissare pensieri e fatti accaduti durante il giorno nelle sere del rientro a casa, a fine di ogni turno, è diventato occasione di condivisione con gli altri operatori della struttura - che ha potuto chiudere i battenti il 2 maggio dopo oltre due mesi dalla riorganizzazione dell'ospedale a causa del Covid-19 - e quindi una pubblicazione.

"Oggi la mascherina ha cominciato a segnarmi il viso ma lo sguardo di queste persone ha segnato il mio cuore per sempre" scrive Luana. E ancora: “ Ho visto lacrime, sguardi tristi, spaventati, occhi stanchi. Ho visto occhi illuminarsi, sorridere e gioire…ho visto occhi che parlavano…ho visto”.

Al netto dei costi di stampa il ricavato delle vendite del libro, che vede la prefazione del direttore generale di Apss Paolo Bordon, sarà destinato all’ospedale di Tione.

Torna il Mercato Contadino ad animare il parco adiacente al municipio di Tione di Trento.

Una decina i produttori coinvolti. Formaggi, piccoli frutti, verdura e ancora miele e salmerini di montagna: questi alcuni tra i prodotti presenti.

Tutti i sabato, fino ad ottobre, l'appuntamento per turisti e residenti è con prodotti di altissima qualità in grado di concretizzare e valorizzare i vantaggi della "filiera corta".

Una proposta che - sottolinea il direttore del Consorzio per il turismo Giudicarie Centrali Redi Pollini - ha preso il via nel 2014 grazie all'impegno dell'amministrazione comunale con il sostegno del Consorzio per il Turismo Giudicarie Centrali e della Coldiretti Trentino”.

 

Continuano i controlli da parte della Polizia Locale delle Giudicarie relativi alle restrizioni sul movimento e sul traffico, imposti dalla Legge per contenere il rischio di contagio da Coronavirus.

L’attenzione recentemente si è focalizzata anche sulla verifica della permanenza domiciliare di soggetti sottoposti a regime di quarantena.

Nell’ultima settimana ben 5 persone sottoposte alla misura dell’isolamento fiduciario, per aver avuto contatti stretti con casi confermati della malattia, sono stati trovati lontani da casa dalla Polizia Locale (3 nella zona della Busa di Tione e 2 in Giudicarie Esteriori).

A questi soggetti saranno applicate le sanzioni previste dalle normative per il contenimento della pandemia che, oltre alla sanzione pecuniaria fino a 3000 Euro, possono prevedere anche la segnalazione all’Autorità Giudiziaria per l’avvio del procedimento penale.

Alle persone in quarantena viene chiesto ovviamente uno sforzo di responsabilità maggiore nel rispetto dell’intera collettività, e perciò il controllo sul osservanza dell’isolamento proseguirà con il massimo impegno anche nelle prossime settimane.

 

Cambio della guardia alla direzione della sede di Tione della Scuola delle Professioni per il Terziario. Dal primo luglio sarà Paolo Zanlucchi il nuovo direttore subentrando così a Claudio Nicolussi che andrà a dirigere la sede di Arco. L'annuncio è stato dato ufficialmente nel corso di un incontro dal direttore generale della Scuola delle Professioni per il Terziario, Maurizio Cadonna. Le nuove collocazioni dei direttori sono frutto di una riorganizzazione interna della scuola che in questi ultimi anni sta vivendo un momento di forte espansione.

Claudio Nicolussi ha guidato la sede di Tione negli ultimi 12 anni dandole una spinta innovativa molto importante soprattutto per quanto riguarda i rapporti con il territorio, le nuove tecnologie, le lingue straniere. Il direttore Cadonna ha elogiato pubblicamente Nicolussi per l'impegno profuso e per la dedizione con cui ha svolto il suo mandato. Claudio Nicolussi dal primo luglio guiderà la sede di Arco della Scuola delle Professioni per il Terziario.

Proviene da Trento invece Paolo Zanlucchi, che in passato è stato anche vicepreside dell'Istituto Arcivescovile di Trento. "Innanzitutto saluto il mio predecessore – ha affermato il neo direttore di Tione – e saluto i docenti. Mi piace iniziare questa avventura salutando quelli che saranno i miei collaboratori insieme a tutto il personale della scuola. Per me al centro di tutto ci stanno gli studenti e quindi il mio primo pensiero va a loro. Avrò con i ragazzi un rapporto molto franco facendo capire loro che stanno frequentando una scuola che ha una sua lunga storia qui nel territorio e che ha ancora grandi margini di sviluppo. Sono convinto che sia dal punto di vista commerciale che dal punto di vista amministrativo ci sono grandi spazi per poter inserire i nostri ragazzi in maniera puntuale e precisa nel mondo del lavoro."

Nel corso dell'incontro è stata annunciata anche un'altra importante novità che interesserà la sede di Tione dal prossimo anno formativo. In autunno saranno avviati, con modalità anche di didattica a distanza, dei corsi serali rivolti agli adulti che per vari motivi sono stati espulsi espulsi dal mondo del lavoro e che desiderano riqualificarsi. Un segnale che dimostra quanto i vertici della scuola siano convinti delle potenzialità di questo territorio.

La scorsa settimana grazie all’intervento della Cassa Rurale sono stati consegnati quattro ventilatori polmonari alla direzione sanitaria dell’Ospedale di Tione.

 

Il Presidente della Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella Andrea Armanini è soddisfatto: “Ci siamo attivati sin da subito per ricercare le apparecchiature necessarie ai nostri ospedali in questo momento di emergenza. Siamo riusciti ad effettuare l’ordine direttamente come Cassa solo la scorsa settimana e siamo davvero contenti che la consegna sia avvenuta con il rispetto delle tempistiche preventivate”.

I 4 ventilatori andranno a supportare le esigenze dell’ospedale giudicariese che si trova ad essere il primo punto di riferimento per l’emergenza corona virus per la popolazione delle Giudicarie.

Il Direttore Sanitario dell’ospedale di Tione dott. Egidio Dipede, ha sottolineato l’importanza di questa dotazione donata dalla Cassa Rurale: “In questo momento siamo impegnati nella gestione di un flusso straordinario di pazienti affetti da patologia respiratoria da Coronavirus: i ventilatori, necessari per la ventilazione polmonare non invasiva, consentiranno ai nostri pazienti ricoverati un miglior decorso ed una guarigione più rapida.”

Il Direttore della Cassa Rurale Davide Donati precisa che questo intervento si inserisce nel contesto delle varie iniziative attivate dalla Cassa in questa situazione di emergenza: “Stiamo raccogliendo le istanze delle molte associazioni del territorio che sono impegnate in questo momento straordinario per far fronte all’emergenza Covid 19. Nei giorni scorsi è uscito il nostro bando per il sostegno all’attività ordinaria di enti ed associazioni il quale prevede una valutazione prioritaria a favore di tutte quelle realtà del mondo dell’associazionismo che in questo momento sono impegnate nel mettere in campo iniziative, connesse all’emergenza Covid 19, a favore della popolazione.”

Il Bando scadrà il prossimo 11 maggio e le risorse complessivamente messe a disposizione ammontano a 120.000 euro.

Oltre a queste iniziative volte a far fronte all’emergenza sanitaria la Cassa Rurale è in prima linea per attivare anche tutti gli strumenti volti a sostenere finanziariamente le imprese locali e le famiglie, sia attraverso la concessione della sospensione dal pagamento delle rate dei mutui sia attraverso la concessione di nuovi finanziamenti.

Le due Casse Rurali delle Giudicarie, insieme al Fondo Comune delle Casse Rurali Trentine che ha messo a disposizione dei fondi, si sono mosse nei giorni scorsi per sostenere il territorio in questo momento di difficoltà.

Nei prossimi giorni sarà infatti consegnato all’ospedale di Tione un ecografo e sono state inoltre acquistate 10.000 mascherine FFP2 che le due Casse Rurali metteranno a disposizione a favore dei vari Enti territoriali che ne abbiano necessità (Case di Riposo, Associazioni di Primo Soccorso, ecc…).

Appena le mascherine saranno consegnate le due Casse si attiveranno per darne informativa e raccogliere le richieste da parte di enti ed associazioni del territorio.

Il Presidente Armanini precisa inoltre che sono in corso altre iniziative insieme alla Cassa Rurale Adamello ed al Fondo Comune delle Casse Rurali Trentine che ha messo a disposizione dei fondi.  Il prossimo 15 aprile sarà infatti consegnato all’ospedale di Tione un ecografo e sono state inoltre acquistate 10.000 mascherine FFP2 che le due Casse Rurali metteranno a disposizione a favore dei vari Enti territoriali che ne abbiano necessità (Case di Riposo, Associazioni di Primo Soccorso, ecc…). Appena le mascherine saranno consegnate le due Casse si attiveranno per darne informativa e raccogliere le richieste da parte di enti ed associazioni del territorio.

More Articles ...

Page 1 of 4