22
Thu, Feb

"Il Punto sul Ponte" questa sera a Lodrone l'incontro organizzato dal Consigliere provinciale M5S Marini

Valle del Chiese
Typography

Cosa sta facendo la Provincia di Trento per evitare che i lavori del terzo ponte sul Caffaro danneggino gli abitanti e le imprese che vivono e operano al confine tra Trentino e Lombardia? A chiederlo con tanto di interrogazione al Consiglio provinciale di Trento (la 4566/XVI) è il consigliere del M5S Alex Marini, che sulla questione negli ultimi anni ha presentato una lunga lista di atti e interventi.

 

 

«Dire che la situazione dei ponti sul Caffaro è inaccettabile è dire poco - afferma Marini - dopo i 2,5 milioni a base d'asta per il secondo ponte sul Caffaro, che non è mai stato aperto, adesso se ne dovrebbe piazzare un terzo fra i 2 esistenti per consentire di effettuare i lavori su quello storico, che è gravemente ammalorato. Il problema, oltre ai costi a spese dei cittadini, è che non c'è chiarezza su come verrà gestito il traffico alla chiusura del ponte del 1906. I mezzi pesanti potranno svoltare verso Bondone, Baitoni e la zona industriale di Storo? Come faranno i pedoni ad attraversare in sicurezza il ponte provvisorio, se, come pare, il marciapiedi sarà giusto dipinto sulla pavimentazione? Perché i lavori preparatori procedono così lentamente e, alla luce di ciò, siamo sicuri che i costi, comprensivi di un affitto mensile, saranno rispettati? Sono tutte domande che ho posto al presidente della Provincia di Trento assieme a quella più importante di tutte: cosa si pensa di fare per garantire l'interesse dei cittadini e delle imprese che vivono e lavorano a ridosso di Trentino e Lombardia? L'estate sta arrivando e con essa l'aumento del flusso turistico. Coi cantieri aperti in piena estate tra Ponte Caffaro e Lodrone si rischierebbero maxi ingorghi ogni giorno o quasi, con tutto ciò che tale eventualità potrebbe significare in termini di danno per le comunità trentine e bresciane che, volenti o nolenti, la statale del Caffaro la devono usare ogni giorno».

 

 

Proprio per fare luce su tutte queste problematiche, Marini ha organizzato l'evento "Il Punto sul Ponte", che si terrà alle 20 e 30 di giovedì 25 maggio, all'interno del teatro Santa Croce di Lodrone, a 2 passi dal torrente Caffaro e dagli ormai tristemente noti ponti. Assieme a Marini all'evento parteciperanno l'eurodeputata Sabrina Pignedoli e il vicesindaco di Bagolino, Eliseo Stagnoli.