20
Mon, May

Frida Bollani Magoni ai Suoni delle Dolomiti nell’anfiteatro di malga Brenta bassa

Campiglio
Typography

Una figlia d’arte, un talento raro, al piano e nel canto. Frida Bollani Magoni chiude alla malga Brenta Bassa in val Brenta la prima settimana del Festival I Suoni delle Dolomiti. L’appuntamento di domani è il primo di quattro concerti che, grazie alla tecnologia basata sui sistemi audio-tattili subpac, potranno essere seguito anche da persone con deficit uditivo

 

Nella cornice di Malga Brenta Bassa in Val Brenta, scenografico gioiello incastonato ai piedi del Gruppo di Brenta, mercoledì 30 agosto alle 12.00 I Suoni delle Dolomiti ospitano un’artista di raro talento: Frida Bollani Magoni. Vera figlia d’arte, Frida Bollani Magoni riunisce in sé le versatilità e l’arte dei suoi genitori, Petra Magoni e Stefano Bollani: un'eredità che prende forma nel momento in cui si accosta alla tastiera del pianoforte e inizia a cantare. Pur ancora giovanissima, Frida vanta già un curriculum di tutto rispetto, che le ha permesso di chiudere i suoi tour con un enorme successo di critica e pubblico sia in Italia che all’estero. Da quest'esperienza è nato l’album Primo Tour uscito nel 2022. Alternando concerti e presenze televisive, nel 2023 è ospite di “Dilemmi” su Rai3 dello scrittore Gianrico Carofiglio e di “Via dei Matti n. 0”, il programma condotto dal padre e da Valentina Cenni, Frida Bollani Magoni è capace di catturare il pubblico sin dalla prima nota grazie alla sua contagiosa espressività e a un repertorio variegato.

 

A Malga Brenta Bassa si arriva da Sant’Antonio di Mavignola in macchina seguendo le indicazioni della Val Brenta (parcheggi fino ad esaurimento) e poi a piedi lungo il sentiero nr.  323 (40 minuti di cammino dal parcheggio più vicino al luogo del concerto, dislivello 150, difficoltà E). In caso di maltempo il concerto si svolgerà alle ore 17.30 alla Palacampiglio di Madonna di Campiglio.

 

I Suoni sempre più inclusivi e accessibili

Il concerto di Frida Bollani Magoni è il primo dei quattro appuntamenti de I Suoni delle Dolomiti 2023 che vedono la collaborazione di Re-Moove  , grazie alla quale il Festival si pone l’obbiettivo di aumentare il livello dell'accessibilità al pubblico con disabilità. Il concerto sarà infatti accessibile a persone con disabilità motoria e sensoriale, con un servizio dedicato di informazione e prenotazione e un supporto in loco per raggiungere il concerto - anche grazie a mezzi e bike inclusivi - e la possibilità, per le persone sorde, di utilizzare i Subpac, innovativi strumenti audio-tattili che possono essere indossati come degli zaini e che vibrano al ritmo della musica permettendo la percezione sonora. I servizi di supporto e accompagnamento dal parcheggio alla location dell'evento e l'utilizzo dei Subpac richiedono una prenotazione ai seguenti contatti: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.  - Telefono 0464 076840 - Whatsapp 351 7181793.

 

Tutte le informazioni sul sito www.visittrentino.info/it/isuonidelledolomiti.it