09
Tue, Aug

La banda San Giorgio di Castel Condino suona la Marcia Giudicarie in Piazza San Pietro

Borgo Chiese
Typography

 

CASTEL CONDINO. La banda sociale San Giorgio di Castel Condino ha 102 anni e nell'ultimo fine settimana, quello dell'11 e 12 giugno, ha suonato in Piazza San Pietro dopo l’Angelus domenicale pronunciato da Papa Francesco. Castello conta poco più di 200 abitanti, continua a fare Comune a sé e compartecipa nei servizi con l’amministrazione di Storo.

Nell’occasione di suonare dal Santo Padre abbiamo eseguito alcuni brani tra cui gli Inni al Trentino e la marcia Giudicarie” dice il sindaco Stefano Bagozzi. Due partiture che al vescovo di Roma sono piaciute molto.

 

 

Appostati sotto il colonnato i musicisti, diretti da Fabio Scaglia e presieduti da Andrea Gara, una volta terminata la celebrazione hanno fatto il loro ingresso nella Piazza dove hanno suonato. Oltre a bandisti e accompagnatori, a far parte del gruppo c'era pure il senatore castellano Ivo Tarolli e Claudio Lucchini con rispettive consorti. Quest’ultimo in passato è stato referente tanto della banda di Cimego che di altre realtà bandistiche in sede di federazione.

Ancora il sindaco: “Si è trattato di una trasferta particolare in occasione della quale il Cardinale bresciano Giovanni Rè ha fatto sì che incontrassimo il Santo Padre. Era un impegno che il prelato della Valcamonica si era assunto quando nel 2016 era venuto a Castello in concomitanza del Raduno dei Fanti”.

Espletata la parte ufficiale, bandisti e persone al seguito sono stati introdotti a far visita ai giardini vaticani.