09
Tue, Aug

Oltre 350 giocatori in gara nel 5.0 Open del Trentino sabato al Golf Club Rendena: presente l'olandese Bjorn Bulk

Val Rendena
Typography

 

BOCENAGO. "Abbiamo voluto anticipare il 5.o Open del Trentino Footgolf da settembre a giugno per garantire a più concorrenti di poter gareggiare con la luce naturale e contemporaneamente garantire alloggio a tutti nelle strutture della Val Rendena, familiari compresi". Con questa parole, capaci di fotografare il crescente successo registrato in pochi anni dall'evento in programma nel fine settimana sul campo del Golf Rendena a Bocenago, l'organizzatore Roberto Carbone ha aperto la conferenza stampa di presentazione ospitata nella saletta Comunicazione di Trentino marketing alla presenza, tra gli altri, dell'assessore al Turismo e Sport del Trentino Roberto Failoni, l'altra anima di Trentino Footgolf Fabrizio Summa, il nuovo presidente della Lega Nazionale Footgolf  Francesco Bertagna con il vice presidente Luca Adami.

 

In foto da destra Francesco Bertagna Presidente LNF, Roberto Carbone organizzatore, Roberto Failoni Assessore Sport e Fabrizio Summa organizzatore

 

Nelle due giornate di gara – sabato 11 per il Torneo Lega 1.000 e domenica 12 per il Torneo Lega 500 – sono attesi in Trentino oltre 350 concorrenti tra i quali alcuni nomi di spicco del calcio nazionale, tra quali Michele Marcolini e Sergio Pellissier ormai aficionados della manifestazione, ma anche in campo internazionale grazie all'olandese Björn Bulk, atteso grande protagonista del fine settimana.  "Björn voleva provare una esperienza in Italia – ha detto Carbone – è ha scelto il Golf Club Rendena dopo averne sentito decantare le lodi da giocatori partecipanti al nostro evento. È per noi certamente un grande onore.

E sul tema promozione sport turismo e della sua sempre maggiore proiezione internazionale è intervenuto l'assessore Failoni. La due giorni del fine settimana arricchisce la nostra offerta di vacanza sportiva divenuta negli anni sempre più ricca. L'Open del Trentino contribuisce a valorizzare ulteriormente il Golf Club a Bocenago, una struttura sempre più importante nell'offerta turistica della Val Rendena. Fa piacere vedere la crescita qualitativa e quantitativa di un evento, con la sua proiezioni internazionale. Aspetto che sempre più si connota agli eventi sportivi del Trentino, nelle varie discipline.

Fabrizio Summa ha poi evidenziato "gli interventi fatti quest'anno sul campo per renderlo maggiormente in linea con le aspettative tecniche dei partecipanti. Abbiamo tolto alcuni tratti tecnici risultati particolarmente ostici – ha detto - e tranne la buca 18, ex 1, che ha mantenuto alcune difficoltà di fatto divenute l'immagine e simbolo stesso del campo di FootGolf, oggi il cui profilo appare più filante pur mantenendo un significativo tasso tecnico".

Lodi alla società organizzatrice e al campo di gara sono venute dal neo presidente della Lega Bertagna, che ha ricordato il lavoro svolto inizialmente con l'organizzazione per far decollare l'Open del Trentino. A benedire l'evento anche Tullio Serafini, presidente dell'Apt Campiglio Dolomiti trattenuto fuori Trento da impegni istituzionali.

Roberto Carbone ha quindi rivolto un ringraziamento agli sponsor: vera linfa vitale per il nostro evento. Grazie quindi a Trentino, Itas, Apt Madonna di Campiglio, Maso dello Speck, Hubble Presport, Surgiva, Marzadro, Tecso, Birrificio Rendena, Casa Moresc, Lori Hotel Bistro Ravina e Bar Fiorentina".

Il Trofeo messo in palio dagli organizzatori dell'ASD FootGolf Trentino è stato vinto nelle precedenti edizioni da Thomas Cassinetti (Footgolf Liguria), Matteo Gheda (Footgolf Cremona), Loris Marsotto (Footgolf Legnago) e Paolo Tommaso Celebrano (Footgolf Emilia Romagna), attesi protagonisti anche quest'anno in un ambiente da favola ai piedi delle Dolomiti di Brenta, patrimonio dell'Unesco.

Si gioca con regole molto simili a quelle del tradizionale Golf. La sfida è articolata sul giro di 18 buche con l'unica differenza legata alle dimensioni di queste ultime: il diametro della buca è di 50 centimetri e la profondità di 35. Misure tali che consentono l'imbucata della palla (un normale pallone da calcio) anche con la presenza della bandiera. I giocatori in gara saranno suddivisi in varie categorie maschili ed in una femminile. Prevista poi la classifica a squadre basata sui risultati di cinque giocatori.