18
Tue, May

Letame e liquami in libertà a Mavignola. Degasperi interroga la Provincia

S. Antonio di Mavignola
Typography

 

SANT'ANTONIO DI MAVIGNOLA. “Dal Comune di Pinzolo, e più precisamente dalla località Plaza di Sant'Antonio di Mavignola ci viene segnalata una situazione che appare meritevole di tempestivi approfondimenti e interventi immediati.” - recita l'interrogazione depositata in Consiglio dal consigliere provinciale Filippo Degasperi in data 6 aprile 2021.

 

Da una stalla ubicata a ridosso dell'omonimo impianto di risalita – continua - dal mese di novembre 2020 sarebbe in corso un costante sversamento di letame e liquami che ha oggi raggiunto un volume e un'estensione preoccupante soprattutto per la vicinanza con la Sarca.”

 

La giustificazione inizialmente addotta dall'azienda agricola coinvolta sarebbe stata quella di un crollo, anche se da verifiche sommarie di crolli non ci sarebbe traccia”.

 

 

 

Degasperi riporta quindi le foto a testimonianza dell'accaduto, poi riferito al Comune di Pinzolo:

Il Comune di Pinzolo dovrebbe avere emesso un'apposita ordinanza (la n. 52) concedendo però tempi di intervento che, a parere dello scrivente, appaiono del tutto inadeguati rispetto ai rischi connessi all'evento visto che a quasi un mese dalla stessa la situazione non è cambiata”.

 

 

L'interrogazione procede quindi chiedendo a Fugatti:

 

  1. se gli organi di vigilanza sono intervenuti per verificare la vicenda, quando e con quali riscontri;

  2. tenuto conto della vicinanza del corso della Sarca, se non si ritenga necessaria una tempestiva verifica dell'eventuale sversamento in acqua dei liquami da parte di APPA;

  3. quali iniziative intende adottare e con quali tempistiche per provvedere al ripristino di una situazione decorosa e rispettosa delle normative.

  4. i contenuti, le tempistiche e le prescrizioni dell'ordinanza n. 52 del Comune di Pinzolo.

Cons. prov. Filippo Degasperi