23
Mon, May

Calcio in Giudicarie: è l’ora del letargo

Sport
Typography

 

Ultime emozioni per i tifosi e gli appassionati di calcio e fatiche terminate per le squadre dilettantistiche, dall’Eccellenza alla Seconda Categoria, che si fermano per la consueta pausa invernale. Dopo un girone d’andata, fortunatamente concluso al completo, è giunta dunque l’ora di fare bilanci sportivi e di analizzare il cammino percorso fin qui delle compagini giudicariesi.

 

 

L’unica squadra della zona militante del massimo campionato regionale d’Eccellenza è il Comano Terme Fiavè. I ragazzi allenati da Luca Celia arrivano al giro di boa dopo delle ottime prestazioni e si piazzano a ridosso del podio, in quarta posizione, con un ammontare di 28 punti.

Inserite nel massimo torneo provinciale di Promozione, invece, sono due le squadre locali. La neonata società Settaurense 1934 e il Pinzolo Valrendena. Formazioni che, proprio nell’ultima giornata si sono scontrate nel derby che ha visto prevalere per 3 a 0 gli storesi fra le mura domestiche. La compagine di mister Paolo Ferretti conclude questa prima parte di campionato nella zona alta della classifica con 30 punti. Meno positivo l’andazzo degli azulgrana ancorati ai bassifondi della lista con soli otto punti. I rendenesi, guidati dal tecnico Luca Codognato recentemente subentrato a Dario Zimelli, dovranno mettersi al lavoro al più presto per cercare di innalzarsi dal fondo.

Il girone A di Prima Categoria è quello che raggruppa il maggior numero di team giudicariesi. I riflettori sono puntati sull’indiscussa favorita: la Condinese del presidente Tomas Galante. Dopo ben tredici giornate rimane in vetta e ancora imbattuta con in saccoccia un totale di 35 punti. I campioni d’inverno vantano anche della miglior difesa con soli dodici gol subiti. In attacco invece, assoluto protagonista il bresciano Alberto Ragnoli, da ormai quattro anni in maglia gialloblù, capocannoniere dell’intero girone che ha siglato fino ad ora quattordici reti. I canarini del trainer Fabio Berardi sono inseguiti dall’Azzurra San Bartolomeo e dalla quotata Ledrense rispettivamente a sette e nove lunghezze di distanza. Prestazioni positive anche quelle del Pieve di Bono: i biancoviola, coordinati da Marco Ballini, devono rinunciare al podio per soli due punti. Il loro obiettivo per il ritorno sarà quello di riuscire a riconfermarsi nei piazzamenti più nobili, facendo leva anche sulla scatenata coppia d’attacco composta dai fratelli Usardi. Uno scalino più sotto ai pievani troviamo l’Unione Sportiva Tione del presidente Renzo Fioroni a pari merito con il Calcio Bleggio. I rossoblù preparati da Loris Ribaga hanno chiuso il campionato con una scintillante vittoria per 9 a 2 con la Romania Trento e anche per loro l’intento è quello di non perdere d’occhio le prime della classe. Più altalenanti, invece, le performance di Castelcimego e Alta Giudicarie. A quota 19 la formazione di mister Alessandro Ariassi mentre solo 14 i punti collezionati dalla compagine del coach Nicola Chiappani che dovrà rimboccarsi le maniche con i suoi ragazzi per risalire al più presto dai bassifondi della classifica.

Infine, breve resoconto anche sul girone A di Seconda Categoria (campionato che non prevede retrocessioni), dominato sinora da un pregevole Riva del Garda. In crisi nerissima di risultati il fanalino di coda 3P Valrendena e la squadra oltre confine del Bagolino, penultima con otto punti. Andata all’insegna dell’incostanza per Carisolo e Virtus Giudicariese mentre collocata sicuramente meglio è la bresciana-giudicariese Caffarese attualmente al quarto posto con 21 punti.

La ripresa delle gare è fissata per Eccellenza e Promozione a domenica 30 gennaio mentre Prima e Seconda Categoria ritorneranno in campo il 6 marzo.

Buona sosta invernale a tutti!