12
Fri, Apr

Condino, tutto pronto per il 44° concerto del corpo musicale “G. Verdi”

Borgo Chiese
Typography

 

 

 

Domani sera sabato 24 dicembre   ad ore 20,45 presso il centro polifunzionale il  corpo musicale “G. Verdi”  di Condino   presenterà il 44° concerto di Natale la cui iniziativa l’aveva intrapresa il compianto presidente dell’epoca Antonio Di Camillo.

Si tratta di un appuntamento tradizionale inserito nell’anno dei festeggiamenti del 150° di fondazione del sodalizio musicale e vede impegnati il direttore artistico Stefano Torboli con i bandisti nell’esecuzione anche di due grandi filoni dell’opera italiana dell’Ottocento e più precisamente l’opera seria e l’opera buffa. Verranno proposte al pubblico opere quali “Giovanna d’Arco” di Giuseppe Verdi del 1844 e “Don Pasquale” di Gaetano Donizetti del 1842.

 

 

Protagonista della serata sarà anche Gioachino Rossini che con la sua “Gazza Ladra” e “L’Italiana in Algeri”, composte rispettivamente nel 1817 e nel 1813, farà riecheggiare il proprio genio musicale nella serata musicale condinese.

Non mancherà un tributo al grande e contemporaneo maestro belga Jan Van der Roost, che nel mese di ottobre è stato l’ospite protagonista del bel progetto “masterclass” organizzato dal Corpo Musicale “G. Verdi” di Condino che ha visto la partecipazione anche di altre dieci bande della zona.

“Alla serata della vigilia musicale condinese- avverte Erika Floriani che oltre ad essere bandista  fa da spesso  da tramite tra la fondazione e gli organi di informazione -sarà presente un ospite ed amico d’eccezione: il direttore d’orchestra Alessandro Bonato che nel 2022 ha fatto il suo debutto al Musikverein di Vienna sul podio del Wiener Concert-Verein e ha diretto le nuove produzioni del Barbiere di Siviglia allo Sferisterio di Macerata e di Norma per Opera Lombardia con entusiastici consensi di pubblico e critica”. Il presidente dell’istituzione   dottor Michele  Pernisi a sua volta  aggiunge: “Per non dimenticare lo spirito natalizio che ci ritrova uniti attorno all’albero di Natale, il sodalizio proporrà in religioso raccoglimento anche la tradizionale “Adeste Fideles” che porterà l’immaginario collettivo all’adorazione del Santo Bambino con la speranza con possa essere per tutti un Natale di salute, speranza e rinascita”.