23
Thu, Jan

Isole ecologiche a Madonna di Campiglio: di fronte alla maleducazione nulla si può. Lo sfogo dell'assessore Luca Vidi

Val Rendena
Typography

«Mi ritengo una persona tranquilla e pacata che alle volte fa anche degli errori (amministrativi e non). Sbagliare aiuta a crescere. Credo che la foto che ho pubblicato non sia dovuta all'errore di qualcuno. Sono anni che si predica della raccolta dei rifiuti, serate pubbliche dedicate, giornate ecologiche, lezioni all'interno delle scuole, . . . Arrivare a questo punto è un semplice indice di maleducazione, inciviltà e mancato rispetto per il nostro territorio. Sono veramente deluso da NOI. Viviamo in un paese stupendo che è invidiato da milioni di persone e noi lo trattiamo così. Mi vergogno. Sento lamentele tutti i giorni da parte di residenti sulla pulizia urbana come se fosse colpa delle amministrazioni, le ascolto volentieri e cerchiamo di metterci rimedio il più velocemente possibile ma di fronte alla maleducazione nulla si può. Come dicevo l'altro giorno a una persona di Campiglio, dovremmo togliere tutte le isole ecologiche o obbligare le famiglie ad andare al centro raccolta materiali più vicino. Spero che la polizia locale faccia un'indagine e raggiunga il/i colpevoli di questa situazione pessima della nostra località». questo lo sfogo dell'Assessore Luca Vidi in seguito dell'ennesimo episodio di abbandono dei rifiuti nelle isole ecologiche di Madonna di Campiglio. La scorsa settimana un'analoga situazione aveva portato l'amministrazione comunale a "chiudere" un'isola ecologica, quella di Via Sarca. 

Ma sembra esser servito a poco. Come sembra siano serviti a poco i messaggi che ripetutamente sia l'amministrazione comunale sia la Comunità di valle cercano di far passare per un corretto smaltimento dei rifiuti. Purtroppo non si è ancora capito che se la raccolta differenziata è fatta bene il costo del servizio potrebbe calare, se è fatta male è addirittura dannosa in quanto una differenziata sporca somma i costi di una raccolta differenziata a quello dello smaltimento di un rifiuto indifferenziato. 

E poco conta se la maggior parte delle persone fa bene il proprio dovere. Purtroppo per il cattivo comportamento di pochi cittadini tutta la comunità ne paga le conseguenze. 

Forse ha ragione l'assessore. Di fronte alla maleducazione nulla si può.