12
Wed, Aug

A Ponte Arche un “ponte” tra giovani locali e turisti: torna Storytelling dei locals 2020

Esteriori
Typography

GIUDICARIE ESTERIORI. Nonostante le difficoltà del momento dovute all'emergenza Coronavirus, si svolgerà Storytelling dei Locals 2020. Si tratta della seconda edizione di un progetto promosso dall'associazione Giovane Judicaria, e realizzato con il sostegno della Fondazione Don Lorenzo Guetti, l'Apt, il Piano Giovani, la Copag, le Terme di Comano, l'Ecomuseo delle Giudicarie, l'ASUC di Dasindo.

 

Storytelling dei Locals prevede la formazione di dieci giovani locali riguardo tematiche autoctone nel mese di giugno, e lo svolgersi di incontri settimanali tra giovani e turisti a partire da luglio. Al giovane è richiesto un impegno serale settimanale di due ore in cui accompagna il turista (o chiunque interessato a partecipare senza bisogno di iscrizione) per le vie di Comano Terme. Tutti i giovedì sera, passeggiando per le vie di Ponte Arche e del Parco, i ragazzi raccontano aneddoti divertenti di storia e cultura giudicariese, restituendo all'ascoltatore quanto appreso durante le visite guidate e gli incontri formativi. Da qui il significato del nome di Storytelling, ossia “narrazione della storia da parte di locali”.

 

Al momento, il progetto procede a gonfie vele: il periodo di formazione si sta concludendo. I giovani hanno visitato cooperative come la Copag, il museo della Fondazione Don Lorenzo Guetti,  l'ASUC di Dasindo; hanno partecipato a serate formative su argomenti quali la Biosfera Unesco, la cooperazione, le Terme di Comano. Molto apprezzato anche l'incontro con Annibale Salsa, esperto storico e antropologo. A breve, con il mese di luglio, inizieranno le serate con i turisti; il tutto, naturalmente, si è svolto e si svolgerà in rispetto delle normative Covid.

 

Storytelling dei Locals è un progetto di punta per l'associazione Giovane Judicaria, poiché ne concretizza i suoi obiettivi: la Giovane Judicaria, come suggerisce il nome, è infatti un'associazione “di giovani, per i giovani”; ha come principali interessi il coinvolgimento di ragazzi e la promozione del territorio.

 

Tra i propositi di Storytelling ci sono proprio la valorizzazione del territorio e della sua cultura per e attraverso i ragazzi: i giovani vengono spinti ad interessarsi delle realtà giudicariesi, del territorio e della sua storia; dall'altra, a farlo apprezzare all'ascoltatore.

Uno dei punti di forza del progetto è proprio la visione dei ragazzi: fresca, talvolta personale, molto genuina, la narrazione del giovane riesce a rendere partecipe il turista.

“E' un'occasione per conoscere, conoscersi, e mettersi in gioco” - definisce un giovane locale che ha partecipato alla scorsa edizione.

Storytelling dei Locals non è quindi solo una possibilità di guadagno economico, ma anche e soprattutto a livello culturale e formativo personale; è una possibilità di scambio e dialogo, un ponte tra giovani locali e turisti, sulle basi dell'interesse comune per la cultura ed il territorio.