17
Wed, Apr

Coronavirus in Trentino, ancora 5 decessi tutti nelle Rsa. 31 nuovi contagi. Da domani è consentita attività motoria e sportiva all'interno del proprio comune

In Trentino
Typography

«31 nuovi contagi, in calo rispetto a ieri, 5 decessi tutti all'interno delle Rsa, i tamponi 687 eseguiti. La percentuale dei positivi è tornata sotto il 5%.

Oggi ho firmato la nuova ordinanza: è consentita l'attività motoria e l'attività sportiva da soli all'interno del proprio comune. Rimane l'obbligo della distanza. È consentito svolgere l'attività motoria con i propri familiari. 

Questa mattina alla conferenza dei capigruppo in Consiglio provinciale ho chiesto di fare una procedura accelerata e un rinforzo legislativo per consentire di agire subito e meglio sul tema delle riaperture di determinate attività economiche, non appena la stabilizzazione dei contagi lo consentirà. Il tema è anzitutto la discussione in aula del disegno di legge denominato ProgrammaCovid19 che contiene questioni economiche e finanziarie che riguardano categorie produttive che guardano con grande preoccupazione al lockdown. Ho anche spiegato ai capigruppo che venerdì scorso, analizzando le dinamiche di predisposizione del Dpcm di cui il presidente Conte ha dato alcune anticipazioni l'altra sera, la Giunta ha inserito nella proposta di legge l'articolo 29 che rimarca la volontà di prevedere una norma specifica sulle possibili riaperture di determinate attività, fermo restando il rispetto delle prescrizioni igienico sanitarie. Ho informato il governatore altoatesino Arno Kompatscher che farà un iter analogo in provincia di Bolzano, anche se bisogna correttamente dirsi che la situazione contagi fra le due province è differente. Ma è bene poter disporre di uno strumento normativo che possa essere utile qualora i dati confermassero la stabilizzazione del contagio per la quale stiamo continuamente lavorando.

Ho avuto un colloquio con Monsignor Lauro Tisi e sono venuto a conoscenza che apriranno le chiese il 30 aprile».

 

Questo il messaggio del Presidente Fugatti nell'ultimo aggiornamento sul coronavirus in Trentino