23
Mon, May

 

BORGO CHIESE. Si svolgeranno alle 14.30 di domani, venerdì 4 marzo, a Condino i funerali di Ettore Zulberti. Aveva 74 anni e lascia la moglie Annamaria e la figlia Claudia.

 

 

Da tempo non stava bene anche se di tanto in tanto lo si vedeva in giro. Era molto conosciuto considerato che a sud di Condino, a due passi dalla rotatoria di fronte all'area Faccini, aveva gestito per anni una ditta di autotrasporti dentro la cui area opera ora la ditta Mezzi di Storo.

 

Ettore – ricorda il popolare Savino - apparteneva a quella famiglia che negli anni 50, con papà e mamma, avevano gestito prima la locanda 'Alle Porte' e poi il bar 'Alla Pesa' costruito all'epoca dall'impresa condinese Franco Galante per conto di Michele Buizza da Travagliato e quindi acquistato dai Zulberti. Ettore aveva un fratello, Franco, deceduto da anni e appartenente alla benemerita Arma e due sorelle Marisa, deceduta da anni e moglie di Pietro Chini, nonché Carla che vive a Riva del Garda.

 

 

CONDINO – VALLE DEL CHIESE. È deceduto questa mattina, sabato 19 febbraio, a Cesena monsignor Carlo Molari, sacerdote diocesano. Era ospite della casa di riposo “Don Baronio” ed era nato in città il 25 luglio 1928. Il sacerdote da vent'anni a questa parte era solito raggiungere Condino dove teneva corsi presso l'Associazione italo – svizzera il Ponte sul Guado con sede presso l'ex Convento dei frati Cappuccini in Via Giuseppe Goglio.

Il religioso nei giorni festivi, con il priore conventuale padre Andrea Scholler, frequentava la chiesa arcipretale dove assieme a don Vincenzo concelebrava la messa delle 10.







Il monsignore, che a Condino solitamente si alternava con il teologo Vito Mancuso, venne ordinato sacerdote nel 1952. Si laureò in teologia e in diritto alla Pontificia università lateranense. Nella stessa università insegnò dal 1955 al 1968, alla Gregoriana dal 1966 al 1976 e alla Urbaniana dal 1962 al 1978.

Monsignor Molari ricoprì l'incarico di aiutante di studio della Sezione dottrinale de Santo Uffizio dal 1961 al 1968. Dal 1972 al 1981 fu dell'Associazione Teologica italiana.

Nel 1974 il libro di Monsignor Carlo Molari La fede e il suo linguaggio, ispirato a Teilhard de Chardin, venne giudicato non conforme alla dottrina cattolica dalla Congregazione per la dottrina della fede. Per questo motivo gli venne chiesto di lasciare l'insegnamento. A seguito di ciò, don Molari andò in pensione in anticipo, lasciando l'insegnamento nel 1978.

Dopo il suo pensionamento, don Molari continuò a scrivere libri e articoli e a tenere incontri e conferenze. Oltre all'attività di insegnante e saggista, dal 1967 al 2011 svolse attività pastorale all'Istituto San Leone Magno dei Fratelli maristi a Roma.

 

 

 

BORGO CHIESE. Ai vigili del fuoco di Condino sono servite oltre due ore per avere la meglio su un incendio divampato poco dopo le 3.30 della scorsa notte, martedì 8 febbraio, all'interno di un'abitazione di Via Domanini a due passi dalla casa del sindaco Giorgio Butterini.

 

 

Si tratta di un edificio compreso tra le Contrade Carino e Cantagallo nelle adiacenze della fontana. Fortunatamente non si riscontrano intossicati né ustionati. Le fiamme, che hanno interamente lesionato il reparto cucina, sarebbero da ricondurre ad un cortocircuito partito dalla lavastoviglie.

Il proprietario è Rino Gualdi, per anni commesso in coop. E' stato lui stesso ad allertare i soccorsi che sono confluiti quasi in tempo reale, anche se l'alone di fumo e lo scoppiettio delle fiamme erano riscontrabili a distanza.

 

Solo utilizzando maschere, antiprotettori e schiumogeni siamo riusciti poco prima delle 6 a mettere in sicurezza l'appartamento. Eravamo in 20 uomini più diversi automezzi - è quanto dice Roberto Pizzini, comandante degli stessi pompieri. - Inizialmente, non avendo sotto mano l'esatta dimensione della situazione, erano stati allertati con l'autoscala anche i colleghi di Storo. A loro volta sono poi rientrati dal fatto che nell'azione di soccorso si sono utilizzati gli accessi e non le finestre.”

Sull'entità dei danni invece “In giornata saranno espletate le dovute verifiche in modo da redigere un inventario abbastanza realistico.”

 

BORGO CHIESE. Disagi stradali momentanei nel pomeriggio di oggi 3 febbraio (poco dopo le 16) lungo la statale del Caffaro a sud di Condino allorquando un mezzo che viaggiava in direzione di Tione ha disseminato per diversi metri alcuni sassi e terriccio contenuti sul cassone.

 

 

Fortunatamente nessun incidente né feriti ma solo qualche comprensibile rallentamento di marcia” fa sapere il comandante dei pompieri di Condino Roberto Pizzini i cui uomini sono stati impegnati per circa un'ora.

 

L'intervento di vigili del fuoco, carabinieri di Pieve di Bono e corpo di polizia locale è stato immediato: nel corso dell'operazione di sgombero il traffico per Storo è stato dirottato lungo la via di Mon e successivo rientro nei pressi del ristorante Borgo Antico.

More Articles ...