05
Wed, Oct

 

BORGO LARES. La settimana scorsa, tra sabato 13 e lunedì 15 – giorno di Ferragosto - a Borgo Lares, abbiamo assistito ad un tripudio di Feste: dalla Not(t)e di Note di Bolbeno, alla “Notte Fucsia” di Zuclo e ancora la “Festa Alpina” alla Madonna del Larés. Moltissime persone sono scese nelle vie, viuzze e nelle piazze dei due borghi, dopo due anni di pandemia, si sono ritrovate, hanno cantato, ballato e … mangiato.

Ma quello che più ha fatto piacere a tutti è stata la grande partecipazione non più con le mascherine, ma con sorrisi e abbracci che da tempo non erano più in uso. Ebbene uno stuolo di volontari hanno fatto sì che tutto questo fosse possibile, diventasse insomma una bella e graditissima realtà: chi alle polente, chi alla distribuzione di piatti gustosissimi, chi alla cassa e tanti altri nei diversi servizi hanno dimostrato condivisione ma soprattutto tanto coordinamento perché tutto andasse bene. E così è stato!

Tra le tantissime iniziative di cui abbiamo accennato nei servizi precedenti, ci soffermiamo sulla premiazione della 3a edizione del Concorso “Bolbeno in Fiore”, che ha visto la partecipazione di ben 14 concorrenti, che a suon di ‘fiori e piante’ si sono dati ‘battaglia’ per conquistare il podio.

La Pro Loco ha infatti indetto questo concorso per sollecitare quanti hanno coltivato con amore fiori delle più disparate specie. Roberto Marchetti, presidente della Pro Loco, ha coordinato il momento della premiazione nella “Cort dei Festi”. E una giuria, composta da Camilla Leonardi, Stefani Riccadonna e Udalrico Gottardi, ha valutato le realizzazioni sotto il profilo della composizione e della creatività, assegnando il 1° premio (€ 200,00) ad Angela Graziano con punti 51, il 2° premio (€ 150,00) è stato assegnato a Raffaella Pederzolli con punti 47 e il 3° premio (€ 100,00) è andato a Laura Bonazza con punti 42.

Mentre nella nuova categoria della “Pila di Legna” c’è stata una sola partecipante Sonia Alari con punti 47 che si è aggiudicata il premio di € 100,00.

 

Primo classificato - Angela Graziano

Secondo classificato - Raffaela Pederzolli

Terzo classificato - Laura Bonazza

Premio Pila di Legna - Sonia Alari

BORGO LARES. Dopo il successo riscontrato con la due giorni di Sagra, la Pro Loco di Bolbeno ripropone come accade da oltre vent’anni tre tradizionali appuntamenti dell’estate giudicariese. L’associazione, guidata dal giovane presidente Roberto Marchetti, darà il via ai festeggiamenti sabato 13 agosto con la ventiquattresima edizione di «Not(t)e di Note».

 

 

Dalle 17 le antiche mura, i portici e la storica piazza centrale si animeranno con le rivisitazioni dei vecchi mestieri ormai del tutto scomparsi o profondamente cambiati rispetto al passato. Si va dall’arrotino al calzolaio, dal maniscalco all’impagliatore di sedie, passando per il casaro, le portatrici d’acqua, le lavandaie, le merlettaie, il tombolo…e tanti altri ancora! Sempre alle 17 si terranno anche le premiazioni del concorso «Bolbeno in fiore». Subito dopo inizierà l’intrattenimento musicale che si protrarrà sino a tarda notte: si partirà con i più famosi successi del blues e del rockblues americano della band Reblues alla quale seguirà il concerto del Coro Cima Tosa di Bolbeno che si esibirà nella storica “Cort dei Festi”. Per cena oltre alla polenta e ai prodotti tipici trentini, verranno distribuiti i «Capüs de Bolben», le gustosissime polpette a base di pane raffermo, formaggio grana, burro, uova, erbe, coste e uva sultanina, avvolte accuratamente in foglie di vite di uva fraga. La loro preparazione è abbastanza laboriosa e impegnativa e proprio per questo durante la serata si terrà la dimostrazione culinaria di come vengono realizzate queste specialità dalle signore di Bolbeno. La serata continuerà con l’alternarsi sul palco dei The Flashmen, del chitarrista acustico Beppe Gambetta e dei B. Free.

 

 

Lunedì 15 e martedì 16, invece, la festa si sposterà presso il Santuario della Madonna del Lares. Per la giornata di ferragosto il programma prevede la celebrazione della Messa alle ore 11, il pranzo tipico e l’esibizione canora del Coro Cima Tosa di Bolbeno. Il giorno seguente, invece, torna a grande richiesta dalle ore 9:15, su percorso rinnovato ed immerso nel bosco, la gara podistica che vedrà la partecipazione del paesano Campione Europeo di Corsa in Montagna Cesare Maestri e di tanti altri atleti di assoluto livello. A competizione conclusa, dopo la Messa ed il pranzo, si terranno le premiazioni.

 

 

 

 

BORGO LARES. Un’intera comunità piange Laura Marchiori strappata agli affetti più cari del marito Paolo Marchetti e della piccola figlia Alessandra. La terrificante notizia della scomparsa improvvisa della giovane Laura ha lasciato tutti impressionati. Capannelli di persone dal supermercato alla farmacia, e in molti negozi in ogni angolo della “Busa” di Tione commentavano la triste e allo stesso tempo drammatica notizia della sua morte.

Tante persone – incredule - con il ‘groppo’ alla gola la ricordano come una giovanissima mamma – Alessandra ha solo nove mesi – molto felice che condivideva questa sua gioia con il marito Paolo.

Cordoglio unanime in tutte le Giudicarie di fronte a questa notizia che come un fulmine ha scosso l’intera collettività.

 

 

Il doloroso annuncio – si legge nel necrologio – lo ha dato il marito Paolo unitamente alla piccola Alessandra, il papà Giulivo, il fratello Carlo, i suoceri, i cognati, gli zii e i parenti tutti.

Il funerale avrà luogo oggi - sabato 11 giugno alle ore 17.00 - nella Chiesa di Bolbeno. Prima si terrà la recita del Santo Rosario.

Non fiori ma opere di bene. Si ringrazia anticipatamente quanti parteciperanno alla cerimonia funebre.

 

BORGO LARES. A Zuclo con “Notte Fuscia” venerdì 12 agosto, è la prima manifestazione in programma per questo fine settimana, che ritorna dopo la pandemia. Ritrovarsi e ripartire insieme, fare festa soprattutto. Infatti a partire dalle ore 19.00 a spasso tra le fontane del borgo con assaggi a suon di musica. Mentre alle 20.30 ci sarà la cena in piazza con grigliata o pizza. Alle 21.30 Fuscia Beach Party con “Pensieri Positivi” e a seguire Dj Set fino alla chiusura.

A Bolbeno “Not(t)e di Note” avrà luogo sabato 13 agosto a partire della ore 17.00 con l’allestimento – in giro per le vie – dei “Vecchi Mestieri”, alle 17.30 Musica con i Reblues, alle 17.45 ci sarà il Concerto del Coro Cima Tosa di Bolbeno, mentre alle 18.30 la Cena con polenta e prodotti tipici trentini fino alle 21.30, alle 19.00 avrà luogo una dimostrazione “culinaria”, ossia la preparazione dei “Capus de Bolben”. Quindi Musica con The Flashmen alle 19.15 e alle 21.15 Musica con Beppe Gambetta e a seguire Musica con i B. Free.

 

 

La premiazione della 3a edizione del concorso “Bolbeno in Fiore” avrà luogo sabato 13 alle 17.00. Voluta dalla Pro Loco la manifestazione avrà la sua conclusione sabato 13 agosto in Occasione della “Not(t)e di Note” con la premiazione dei migliori ‘manufatti’ siano essi balconi fioriti, composizioni floreali di vario tipo, giardini, o angoli caratteristici dove gli elementi protagonisti saranno i “fiori”.

Come hanno annunciato i promotori: “l'obiettivo è quello di rendere più colorato, profumato, gradevole ed ospitale il piccolo paese di Bolbeno, in modo che tutti si sentono abbracciati dai colori della vita. Che sia un balcone, un terrazzo, o semplicemente un piccolo angolino, tutto contribuirà ad abbellire e rallegrare gli scorci di Bolbeno”.

Quest’anno c’è una novità “La Pila”, sarà infatti assegnato anche un premio per la pila della legna più creativa. Appuntamento quindi sabato prossimo 13 agosto alle 17.00 nella “Cort dei Festi” per conoscere i vincitori dell’edizione 2022 decretati da una qualificata Giuria.

 

 

BORGO LARES. Un “TavolOne” attorno cui sedersi e progettare insieme, è questo il nome dell'incontro tra i tre Piani Giovani di Zona che ha avuto luogo nel pomeriggio di sabato scorso, 21 maggio, a Casa Madonna del Lares.

 

 Foto Martina Franchini

 

All'interno delle strategie messe in campo dalla Provincia per le politiche giovanili, il Piano Giovani riunisce giovani ed associazioni e permette di concretizzare progettualità sul territorio. In ambito giudicariese i Piani attualmente attivi sono tre – Valle del Chiese, Giudicarie Esteriori e Gnabon per la Busa di Tione. Hanno deciso di riunirsi al “TavolOne” in occasione di uno degli incontri di formazione obbligatoria.

 

 

Una prima volta che non si è fatta mancare il lusso di un nome su misura: “Si è scelto di realizzare un logotipo con un font bello solido, come il progetto del Piano Giovani – riportano gli organizzatori. - La prima O è stata leggermente ruotata, a indicare un piccolo cambio di direzione, perchè ci si trova tra persone con idee differenti che vogliono trovare la quadra tutti assieme. La seconda O diventa quindi diritta e concentrica, poichè il TavolOne ha lo scopo di perseguire obiettivi comuni che mettano lo sviluppo del territorio al centro.

 

Serve quindi riuscire a fare rete, ma come si procede? Gettando le basi per una conoscenza reciproca. Erano così in una trentina a Borgo Lares, provenienti da tutte le Giudicarie, alle prese con attività di gruppo proposte dal formatore e consulente Massimo Serra.

 

Divisi in gruppi, è stato chiesto loro di costruire un ponte abbastanza alto e che potesse sorreggere il peso di un mattone, nelle mani solo giornale e nastro adesivo.

Dopo una fase iniziale piuttosto scettica, ce l'abbiamo fatta! Abbiamo stupito persino noi stessi – confessano alcuni. - E sapete perchè? Perchè abbiamo imparato che per realizzare progetti ambiziosi, a volte anche apparentemente folli, basta saper mixare pochi ma preziosi ingredienti: le diversità che diventano risorsa, il confronto tra idee spesso divergenti, la voglia di collaborare e il saper cogliere i punti di forza dell'altro.

 

 

I primi ponti sono quindi stati costruiti con successo: il TavolOne ha saputo unire i giovani dei tre Piani che hanno poi avuto modo di scambiare idee su progettualità per il futuro. Una prima intenzione comune quella di tornare a trovarsi presto. Concretamente, si prevede di incontrarsi già in autunno a Pieve di Bono, poi di mantenere due incontri all'anno.

 

A chiudere il pomeriggio un rinfresco in compagnia ed i saluti istituzionali con l'Assessore agli enti locali, trasporti e mobilità Mattia Gottardi, che non ha mancato di sottolineare l'importanza dell'evento per la comunità giudicariese.

 

 

Giovane ciclista di Mori ha perso la vita schiantandosi con la bici contro il guardrail scendendo da Passo Durone verso Zuclo

 

 

TIONE. E' Pietro Ballarini di Mori il 18enne che ha perso la vita alle 10,45 di questa mattina mentre in sella alla propria bicicletta stava scendendo lungo la provinciale 222 del Durone in direzione di Zuclo. All’altezza di una semi curva ha perso il controllo della due ruote andandosi a schiantare contro il guardrail che delimita la careggiata tanto che il caschetto che indossava nell’impatto si è fracassato.

 

La sequenza è apparsa fin da subito estremamente grave, le condizioni del giovane sono apparse disperate e la stessa macchina dei soccorsi non ha potuto fare altro che constatarne il decesso.

 

In una manciata di minuti sono confluite due ambulanze della Croce rossa e di Trentino emergenza, l’elicottero proveniente da Bolzano, i vigili del fuoco di Tione, Bleggio Superiore e Bolbeno-Zuclo e una pattuglia del corpo di polizia locale delle Giudicarie coordinata dallo stesso comandante Carlo Marchiori.

 

L'area è stata come suo solito transennata e messa in sicurezza mentre il personale sanitario ha avviato le procedure salvavita ma nonostante il tempestivo intervento dei soccorritori, il 18enne è purtroppo deceduto a seguito le gravi lesioni riportate.

 

BORGO LARES. Finalmente ci si potrà vedere in ‘presenza’ – è proprio il caso di dirlo – nelle lezioni di Fotografia promosse dal Circolo Fotografico Tionese! Il Direttivo del CFT infatti sta organizzando un Corso Base di Fotografia digitale a partire da martedì 31 maggio.

 

 

Ecco il calendario, si inizierà – appunto - martedì 31 maggio con la prima lezione, seguirà poi il martedì 7 giugno, quindi sabato 11 giugno con un’uscita fotografica dove si potranno mettere in pratica le nozioni apprese teoricamente in sede. La meta dell’uscita sarà concordata con i partecipanti al Corso. Martedì 14 giugno la lezione finale con visione delle fotografie che i corsisti avranno scattato nel corso dell’uscita. A coordinare il tutto e sarà anche docente, è Marco Gualtieri (presidente del circolo).

 

L’invito a partecipare è rivolto a tutti gli appassionati di fotografia, che intendono approfondire le proprie conoscenze teoriche sul mondo della Fotografia digitale. I costi sono molto contenuti (è compreso del materiale didattico individuale) per i soci del CFT € 10,00 mentre i non soci pagheranno € 30,00 che comprende anche la tessera di iscrizione al Circolo Fotografico Tionese.

 

Il modulo di iscrizione lo trovate anche sul sito del CFTNaturalmente il primo requisito indispensabile è quello di possedere una fotocamera, il secondo quello di aver voglia di apprendere le nozioni di base per scattare ‘buone’ fotografie. L’età minima è di 16 anni. Le iscrizioni - min 5 max 12 partecipanti – dovranno essere fatte entro sabato 28 maggio recandosi alla “Edicola” Rota in via Legione Trentina a Tione di Trento. Ai primi cinque iscritti verrà consegnato in omaggio una pubblicazione di didattica fotografica. Le lezioni si terranno nella sede sociale al secondo piano del Municipio a Borgo Lares – Bolbeno.

 

 

 

BORGO LARES. A Bolbeno fervono i preparativi per una delle manifestazioni più attese delle Giudicarie

Sabato 9 luglio ad 11.30 prenderà inizio a Borgo Lares, dopo due anni di stop, presso il parco giochi di Bolbeno, una delle due giorni di festeggiamenti più divertenti e pazze delle Giudicarie, in occasione della Sagra di Bolbeno.

In particolare si svolgerà la dodicesima edizione di un torneo di calcetto che nel tempo si è guadagnato l’apprezzamento di tanti addetti ai lavori, grazie ad una formula super consolidata: 12 squadre partecipanti - suddivise in due gironi da 6 – che si sfideranno in partite di sola andata con le prime quattro classificate di ogni raggruppamento che supereranno il turno. A questo punto, la domenica pomeriggio inizieranno le sfide ad eliminazione diretta per contendersi l’accesso a semifinali e finali. In questa maniera, nell’arco di sole 48 ore si disputano ben 37 partite ed è proprio questa la peculiarità del Torneo di calcetto di Borgo Lares: partite ravvicinatissime, senza un attimo di respiro, dove la tenuta psicologica rappresenta forse il segreto per la vittoria.

 

 

Ma non è certo finita qui, visto che durante la due giorni sarà presente un fornito spaccio bar e sarà attiva una cucina che sfornerà panini e patatine fritte. Grazie alla collaborazione della Pizzeria “La Contea” la domenica a partire dalle 16.00 verrà riproposto il cosiddetto “Pizza Party” che lo scorso anno ha visto oltre 300 pizze sfornate fumenti dal forno a legna mobile di Daniele Bertolini.

Torna inoltre anche la “Costa en Gaton”, l’originalissima corsa in salita che si disputerà la domenica pomeriggio: la formula è semplicissima, con partenza in linea dal fondo del cosiddetto "Costone" del Parco e arrivo in cima al prato; vincitori saranno ovviamene il primo e la prima che toccheranno la staccionata in legno posta al termine della costa. Considerevoli le caratteristiche tecniche del “tracciato”: lunghezza 70mt; dislivello: 40mt e la pendenza…beh, la lasciamo ai vostri calcoli!

Dulcis in fundo grazie alla preziosissima regia degli Amici del Pedale di Roncone, ad ore 14.30 si disputerà il Trofeo Regionale di bici per Giovanissimi con oltre 200 piccoli campioncini, provenienti da ogni angolo del Trentino Alto Adige, che dietro l’incessante tifo dei propri genitori si sfideranno a suon di pedalate lungo il circuito pianeggiante collocato nei pressi della chiesa del Paese.

Non c’è che dire, un programma che definire intenso sembra un eufemismo…Vi aspettiamo!

 

 

Eureka! Funziona! Gara di costruzioni tecnologiche per piccoli inventori. Edizione 2021-2022 con al centro il tema della meccanica: premiata la classe quinta della scuola primaria di Zuclo

 

Si è svolta nella mattinata di mercoledì 4 maggio, presso l’Istituto Buonarroti di Trento, la quinta edizione trentina della gara di costruzioni tecnologiche per piccoli inventori “Eureka! Funziona!” promossa da Confindustria Trento e Federmeccanica con il patrocinio del Miur. All’evento hanno partecipato 20 classi, con altrettanti progetti, provenienti da tutto il territorio trentino.

 

La giuria nel corso dell’evento ha premiato le seguenti invenzioni:

La vincitrice delle classi terze è la IIIA dell’Istituto Comprensivo Trento 7 di Meano con il gioco “Il ninja delle banane”;
• La vincitrice delle classi quarte è la IVB dell’Istituto Cembra, Scuola Primaria di Giovo, con il gioco “Funivia tecno”;
• La vincitrice delle classi quinte è la VA dell’Istituto Comprensivo di Tione, Scuola Primaria di Zuclo, con il gioco “Il fiondacalcio”.

 

In foto la classe quinta della Scuola primaria di Zuclo con il progetto vincitore "Il fiondacalcio". Gli alunni avevano il compito di ideare e poi realizzare un gioco che includesse il movimento a partire da materiale fornito in una scatola 

 

Alla presentazione degli elaborati creativi e alla cerimonia di premiazione hanno partecipato anche: il direttore generale di Confindustria Trento Roberto Busato, il presidente della sezione Meccanica, Meccatronica e Impianti Marco Giglioli, il dirigente generale del Dipartimento istruzione e cultura della Provincia autonoma di Trento Roberto Ceccato, la dirigente dell’Istituto Tecnico Buonarroti Laura Zoller, il presidente della giuria del progetto Luca Arighi.

 

Valorizzate anche le riflessioni delle scuole sulla transizione sostenibile. Confindustria Trento, in questa edizione, aveva proposto infatti ai ragazzi un compito aggiuntivo: produrre un “manifesto” che sintetizzasse idee, pensieri e azioni sulla sostenibilità. Una novità legata al progetto “Duemilatrentino”, al quale l’Associazione si dedica dallo scorso anno.

 

 

Cos’è Eureka! Funziona!?
Eureka! Funziona! è un progetto di orientamento promosso da Federmeccanica, in accordo con il MIUR, destinato ai bambini del terzo, quarto e quinto anno della scuola elementare. In Trentino è promosso da Confindustria Trento per il quinto anno consecutivo.
Si tratta di una gara di costruzioni tecnologiche, nella quale i bambini hanno il compito di ideare, progettare e costruire un vero e proprio giocattolo a partire da un kit contenente vari materiali.

 

Come Funziona!?
Gli alunni sono divisi in gruppi, in modo da incentivare la cooperazione, il lavoro in team, la suddivisione di compiti e ruoli. Insieme, realizzano un’invenzione tecnologica in 6/8 settimane (per 20 ore di attività).
Nel corso dell’evento finale, i progetti realizzati vengono valutati da parte di una giuria deputata a scegliere il giocattolo maggiormente innovativo, sulla base di una scheda di valutazione ad hoc.

 

Perché Funziona!?
Eureka! Funziona! mira a sviluppare, sin dalla scuola primaria, le attività di orientamento alla cultura tecnica e scientifica, come già avviene in numerosi Paesi europei, quali Finlandia, Germania, Francia e Olanda.

I bambini sono introdotti al mondo del saper fare: lo svolgimento delle attività di invenzione e progettazione consente infatti agli alunni coinvolti di integrare la teoria con la pratica, ma anche di stimolare lo spirito imprenditoriale, le capacità manuali, l’attitudine al lavoro di gruppo e la creatività.

I bambini hanno la possibilità di sviluppare un’attitudine al problem solving, nonché un approccio interdisciplinare, nel quale vengono applicate diverse materie di studio (dalla matematica al disegno, passando per l’italiano e le scienze) per concorrere alla realizzazione del prodotto finale.

In questo modo i bambini vengono messi nella condizione di apprendere attraverso il “cooperative learning” e il “learning by doing”, metodologie didattiche che consentono agli studenti di acquisire conoscenze e competenze tramite la condivisione e l’esecuzione di azioni pratiche.

 

I numeri dell’edizione corrente
13 Istituti Comprensivi, 20 Classi, così suddivise: 5 Classi III, 7 Classi IV, 8 Classi V, 329 Studenti Coinvolti

Tema di questa edizione: La meccanica

Scuole presenti nell’edizione 2021-22: I.C. BORGO VALSUGANA, I.C. TRENTO 3, I.C. CEMBRA, I.C. TRENTO 7 – MEANO, I.C. PERGINE 1, I.C. PRIMIERO, I.C. LAVIS, I.C. VIGOLO VATTARO, I.C. DEL CHIESE, I.C. LEVICO TERME, I.C. AVIO, I.C. TIONE, I.C. FONDO REVO’

I numeri delle cinque edizioni trentine: 33 partecipazioni degli istituti scolastici, 76 classi, 1.197 bambini

 

 

BORGO LARES. Nel maxi tamponamento le vetture coinvolte sono state quattro, su una di queste, al volante, una donna di 52 anni del posto che è stata soccorsa e trasferita all’ospedale di Tione. Le sue condizioni al momento non sembrano gravi.

 

 

Erano circa le 9 di oggi, giovedì 30 giugno, quando nei pressi della rotatoria all’altezza della fioreria Siriani, tra la statale 237 del Caffaro e la provinciale 222 che dà su Borgo Lares, si è riscontrato quel concatenato groviglio di vetture in cui l’auto condotta dalla donna è finita fuori dalla careggiata. Su ambo i lati la strada non presenta pericoli considerato che entrambi gli argini sono poco sotto il livello viario. I soccorsi sono stati immediati: arrivano ambulanze di Trentino Emergenza e i vigili del fuoco di Zuclo e Bolbeno, oltre al corpo di polizia locale delle Giudicarie.

Qualche trambusto, visto i mezzi coinvolti e un comprensibile traffico su ambedue le corsie di marcia, inizialmente c’è stato - fa sapere Carlo Marchiori comandante del corpo d polizia locale che assieme ai suoi uomini ha espletato rilievi e raccolto le informazioni del caso. - Poi dopo una parziale deviazione sulla provinciale 34 per Preore è stato possibile creare uno sfogo. Grazie all’ausilio dei due corpi pompieristici la situazione è ben presto tornata alla normalità.”

 

BORGO LARES. Erano in oltre 200 alla tradizionale cena di fine stagione del Centro Sci più miracoloso in Italia svoltasi martedì 5 aprile presso il ristorante “La Contea” di Bolbeno. Una stagione che, dopo l’inverno 2020 – 2021 in cui – causa pandemia - hanno potuto sciare solamente gli atleti agonisti, ha fatto segnare numeri record sfiorando i 240.000 passaggi sulla sciovia.

 

La serata, come tradizione impone, rappresentava un momento di ringraziamento per tutti coloro che si impegnano per il buon funzionamento del Centro Sci, oltre che occasione per fornire i dati più significativi della stagione invernale appena conclusasi ma anche per fare il punto sui progetti futuri.

 

Foto della serata di martedì 5 aprile

 

Ecco di seguito alcuni tra i dati più significativi esposti durante la serata:

 

  • Passaggi sulla sciovia: sfiorata quota 240.000 grazie ai quali il Centro Sci Bolbeno- Bogo Lares si conferma uno degli impianti sciistici più utilizzati dell’intera Provincia autonoma di Trento;

  • 94 giornate di apertura, dal 10 dicembre 2021 al 13 marzo 2022;

  • Oltre 800 bambini iscritti ai corsi sci organizzati dallo Sci Club Bolbeno;

  • Oltre 1500 abbonamenti stagionali staccati;

  • Superata la soglia dei 1000 kit completi per lo sci noleggiati stagionalmente a dimostrazione che la politica intrapresa – quella di mettere a disposizione dell’utenza materiali nuovi e delle migliori marche - continua a dare i suoi frutti;

 

Il sindaco di Borgo Lares Giorgio Marchetti ha illustrato ai presenti lo stato dell’arte per quanto riguarda il progetto di allungamento della pista; progetto che ha l’obiettivo di completare un servizio già molto apprezzato e che negli ultimi anni, in particolare dopo il completamento dell’impianto di illuminazione serale, ha visto un’affluenza in costante crescita. A questo proposito sia l’Assessore all’artigianato, commercio, promozione, sport e turismo della Provincia Autonoma di Trento Roberto Failoni sia il vicepresidente di Trentino Sviluppo Albert Ballardini si sono detti fiduciosi che il nuovo il nuovo impianto sarà pronto per la stagione invernale 2022/2023.

 

Al termine della serata sono stati ringraziati i tantissimi volontari e le varie associazioni che ogni anno e a vario titolo si impegnano per l’attività del Centro Sci. Un sentito grazie è andato anche a tutti gli sponsor e tutti i comuni convenzionati e un grande plauso è andato alla vera anima del Centro Sci Borgo Lares, l’intramontabile Collizzolli Mario, premiato e applaudito per la straordinaria attività ultracinquantennale dedicata alla Pro Loco di Bolbeno, ente gestore del Centro Sci.

Foto Direttivo della Pro Loco

More Articles ...

Page 1 of 4